Abbonamenti prezzo intero: € 200,00

Abbonamenti prezzo ridotto (over 65): € 180,00

Abbonamenti prezzo speciale per Under 26: € 100,00
 

Ott
7
Lun
Sir ANDRAS SCHIFF & COE @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 7@8:45 pm

CHAMBER ORCHESTRA OF EUROPE

Direttore e solista Sir ANDRAS SCHIFF

Programma
F. J. HAYDN
L’Isola disabitata, Ouverture
Concerto in re maggiore per pianoforte e orchestra, Hob:XVIII:11
Sinfonia n.88 in sol maggiore
F. MENDELSSOHN
Concerto n.1 in sol minore per pianoforte e orchestra op. 25
Sinfonia n.4  in la maggiore op.90 “Italiana”
 
Scarica il libretto di sala
 
Biglietti: Intero € 40,00 – Ridotto € 30,00
 
András Schiff (Pianoforte, Direttore d’orchestra))Nato a Budapest nel 1953, Sir András Schiff ha studiato pianoforte all’Accademia Ferenc Liszt con Pál Kadosa, György Kurtág e Ferenc Rados, per poi spostarsi a Londra e seguire gli insegnamenti di George Malcolm. Essendosi esibito con le più prestigiose orchestre del mondo e con i direttori più importanti, attualmente la sua attività si concentra principalmente sui recital solistici, sui concerti come solista-direttore e direttore.

A partire dal 2004, Sir András Schiff ha eseguito l’integrale delle Sonate di Beethoven in oltre venti città, tra cui Zurigo, dove il ciclo è stato registrato dal vivo per l’etichetta ECM. Altre incisioni per la medesima etichetta includono recital solistici incentrati su musiche di Schubert, Schumann e Janáček, oltre alle Partite, alle Variazioni Goldberg e al Clavicembalo Ben Temperato di Bach.

In anni recenti, l’esecuzione di musiche di Bach è diventata un appuntamento fisso ai BBC Proms di Londra. Inoltre, si esibisce regolamento ai Festival di Verbier e Baden-Baden, alla Wigmore Hall di Londra, al Musikverein di Vienna e alla Philharmonie de Paris, in tournée in Nord America e Asia e a Vicenza, dove è direttore artistico del Festival che si tiene ogni anno al Teatro Olimpico.

Vicenza è anche la sede della Cappella Andrea Barca, orchestra da camera fondata nel 1999 e formata da solisti di fama internazionale, cameristi e amici. L’orchestra si è esibita in sedi prestigiose quali Carnegie Hall, Festival di Lucerna e Mozartwoche di Salisburgo; progetti futuri includono una tournée in Asia e un ciclo di concerti in Europa con un programma dedicato ai Concerti per tastiera di Bach.

Sir András Schiff collabora regolarmente anche con la Chamber Orchestra of Europe, la Budapest Festival Orchestra e l’Orchestra of the Age Enlightenment. Nel 2018 gli è stato conferito il ruolo di Associate Artist con la OAE, rimarcando il suo interesse per le esecuzioni su strumenti d’epoca.

È costante il suo supporto ai giovani talenti, principalmente attraverso il progetto “Building Bridges” che da opportunità di esibirsi a promettenti giovani musicisti. Sir András Schiff insegna presso le Accademie Barenboim-Said e Kronberg e tiene numerose master-class. Nel 2017 è stato pubblicato dalla casa editrice Bärenreiter-Henschel il suo libro intitolato “Music Comes from Silence”, dissertazioni e conversazioni con Martin Meyer.

Tra i numerosi riconoscimenti attribuitigli si annoverano la Medaglia d’Oro della Fondazione Mozarteum (2012), il Cavalierato di Gran Croce dell’Ordine al merito di Germania (2012), la Medaglia d’oro della Royal Philharmonic Society (2013), il Cavalierato per i servizi resi alla musica (Regno Unito, 2014) e il Dottorato conferitogli dal Royal College of Music (2018).

 

Chamber Orchestra of Europe / COE © Julia Wesely

La Chamber Orchestra of Europe (COE) è stata costituita nel 1981 da un gruppo di giovani musicisti noti come membri della European Union Youth Orchestra (oggi EUYO). La COE è attualmente costituita da circa sessanta membri che sono impegnati in carriere internazionali individuali come solisti o primi strumentisti di orchestre nelle rispettive nazioni, come membri di famosi gruppi di musica da camera, insegnanti o professori di musica.

Sin dal principio, l’identità della COE è stata forgiata dalle collaborazioni con eminenti direttori d’orchestra e solisti. In primis, è stato Claudio Abbado a rivestire il ruolo di mentore fondamentale durante i primi anni. Il Maestro ha diretto la COE in rappresentazioni di opere quali Il viaggio a Reims e Il barbiere di Siviglia di Rossini e Figaro e Don Giovanni di Mozart, dirigendo inoltre numerosi concerti di opere, in particolare, di Schubert e Brahms. Anche Nikolaus Harnoncourt ha avuto un’influenza basilare nell’evoluzione della COE tramite le interpretazioni e registrazioni di tutte le Sinfonie di Beethoven, oltre che con produzioni liriche in occasione dei festival di Salisburgo, Vienna e Styriarte.

Attualmente la COE collabora a stretto contatto con Bernard Haitink, Sir András Schiff e Yannick Nézet-Séguin, tutti membri onorari dell’Orchestra. La stagione 2018/2019 vede la COE esibirsi con alcuni dei più importanti direttori e solisti del mondo, fra cui Pierre-Laurent Aimard, Janine Jansen, Leonidas Kavakos, Sir Antonio Pappano, Anna Lucia Richter, Robin Ticciati e Nikolaj Szeps-Znaider.

La COE mantiene una stretta collaborazione con il Lucerne Festival e con tante delle principali istituzioni concertistiche europee, fra cui la Philharmonie di Colonia, la Philharmonie Luxembourg, la Philharmonie di Parigi, il Concertgebouw di Amsterdam e l’Alte Oper di Francoforte. In collaborazione con la Kronberg Academy, la COE diventerà la prima orchestra ‘residente’ di sempre al futuro Casals Forum di Kronberg nel 2021.

Con all’attivo una discografia di più di 250 incisioni, i CD della COE hanno vinto numerosi riconoscimenti internazionali, fra cui due ‘Grammy’ e tre Premi ‘Record of the Year’ da parte della rivista Gramophone. Le registrazioni più recenti includono ‘Visions of Prokofiev’ con Lisa Batiashvili, che ha vinto un Opus Klassik, ‘La Clemenza di Tito’ di Mozart, il ‘Concerto per Pianoforte N. 20’ di Mozart con Seong-Jin Cho, tutte opere dirette da Yannick Nézet-Séguin, e il ‘Concerto per Violoncello’ di Schumann con Gauier Capuçon e diretto da Bernard Haitink.

Nel 2009 è stata fondata la COE Academy, con l’obiettivo di dare a un selezionato gruppo di straordinari studenti la possibilità di studiare con i principali musicisti della COE e, soprattutto, di andare in tournée con l’Orchestra.

La COE è un’orchestra a carattere privato che riceve prezioso sostegno in particolare dalla Gatsby Charitable Foundation e da altri ‘Amici’, fra cui Dasha Shenkman, il Sir Siegmund Warburg’s Voluntary Settlement, il Rupert Hughes Will trust, l’Underwood Trust, il 35th Anniversary Friends e gli American Friends.

Ott
14
Lun
Pianista YEVGENY SUDBIN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 14@8:45 pm
Pianista YEVGENY SUDBIN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Pianista YEVGENY SUDBIN

Programma

D. SCARLATTI
Sonate K197, K9, K159 K27
P.I. CIAIKOVSKI/Y. SUDBIN
Romeo e Giulietta
P. I. CIAIKOVSKI
Da “Deux Morceaux” op. 10: n.1 Notturno (Andante cantabile in fa maggiore)
Da “Six Morceaux” op.19: n.4 Notturno
(Andante sentimentale in do diesis minore)
A. SCRIABIN
Notturno per la mano sinistra in re bemolle maggiore op.9
M. RAVEL
Gaspard de la Nuit

Scarica il libretto di sala

Biglietti: Intero € 20,00 – Ridotto € 15,00

Yevgeny Sudbin nato a San Pietroburgo, dove ha studiato, si è trasferito successivamente a Berlino e infine a Londra. Ha inciso 14 album e il suo CD, dedicato a Scriabin si è aggiudicato il Classical Award al MIDEM di Cannes.
Oltre agli studi al Royal College of Music, ha seguito corsi di Fleisher e Hough e ha ottenuto borse di studio da varie Fondazioni (Pulvermacher, Alexis Gregory, Wall Trust).

Sudbin ha suonato in recitals (New York, Amburgo, Lipsia, Berlino, Parigi) e con orchestre sinfoniche (negli USA  con Minneapolis, Seattle, San Francisco; in Europa con London Philharmonic, BBC Scottish, Tonhalle Orchestra). Ha tenuto concerti con: Minnesota Orchestra, Seattle Symphony, San Francisco Symphony, Orchestra della Tonhalle, la London Philharmonic Orchestra e la BBC Scottish Symphony Orchestra.

Sudbin ha suonato il Concerto n. 1 di Rachmaninov con la BBC Philharmonic e Tortelier ai Proms nel 2008. É ospite abituale di festivals musicali in tutto il mondo, da Aspen, a La Roque d’Antheron, a Verbier, ai Proms di Londra a Singapore. Recitals alla Tonhalle di  Zurigo, a Wigmore Hall e South Bank, al Concertgebouw di Amsterdam, a San Francisco, al Gilmore International Piano Festival, a San Juan di Porto Rico; ha suonato a Londra con Philharmonia e London Philharmonic, al Mostly Mozart Festival, a New York, dove ha ottenuto successo entusiastico nella serie Frick Collection, anche a Lincoln Center.

Ha inciso il ciclo completo dei Concerti di Beethoven e grande successo anche per le incisioni dei Concerti di Rachmaninov e Medtner, un impegno pluriennale, in collaborazione con la Minnesota Orchestra diretta da Osmo Vänskä. “Scoperto” da Serate Musicali nel 2001, esse ne hanno assecondato la verità e la scintilla, in qualità di “Arbiter elegantiarum”.

Nov
11
Lun
Pianista OLLI MUSTONEN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Nov 11@8:45 pm
Pianista OLLI MUSTONEN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Pianista OLLI MUSTONEN

Programma
J. SIBELIUS
Tre Sonatine
F. CHOPIN
Tre Mazurche op.59: n.1 in la minore; n.2 in la bemolle maggiore; n.3 in fa diesis minore
Tre Mazurche op.56: n.1 in si maggiore; n.2 in do maggiore; n.3 in do minore
F. BUSONI
Fantasia “nach J. S. Bach” K253
L. v. BEETHOVEN
Sonata n.23 in fa minore op.57 “Appassionata”
 
Scarica il libretto di sala
 
Biglietti: Intero € 20,00 – Ridotto € 15,00

Nov
25
Lun
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Nov 25@8:45 pm
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA
Direttore IURII ANDROSOV
Clarinettista VINCENZO MARIOZZI
Pianista FREDDY KEMPF

Programma
F. MENDELSSOHN 
“La Bella Melusina”, Ouverture in fa maggiore op.32
K.M.von WEBER
Concerto in mi bemolle maggiore op 74 n.2
(clarinetto: Vincenzo Mariozzi)
F. CHOPIN
Concerto n.2 per pianoforte e orchestra in fa minore op.21
Andante spianato e Grande Polacca brillante in mi bemolle maggiore op.22
pianoforte: Freddy Kempf

Scarica il libretto di sala

Biglietti: Intero € 30,00 – Ridotto € 25,00

 
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA

La Voronezh Symphony Orchestra è stata fondata nel 2004. È composta da giovani musicisti vincitori di concorsi nazionali e laureati della Voronezh Academy of Arts, del Rostropovich College of Music e del Voronezh College of Music. Il suo repertorio spazia dal barocco alla musica moderna. L’Orchestra partecipa regolarmente a festival nazionali e internazionali, quali: il Festival Internazionale di Musica Contemporanea “Consonance”, il Festival del violoncello russo intitolato a Rostropovich e il Festival  di Valery Gergiev. Molto attiva in Russia e all’estero, dal 2007, effettua regolarmente tournèe in Francia e dal 2012, nell’ambito del progetto Music Academy, esegue concerti a Kursk, Gubkin, Borisoglebsk, ecc. L’Orchestra promuove numerosi progetti musicali: “New Names in Voronezh” con la partecipazione del Presidente della New Names Foundation Denis Matsuev, “World Musical Heritage” con la partecipazione di solisti del Bolshoi Theater e Helikon-Opera Theater, nonché un programma speciale per gli studenti di Voronezh. Collabora con solisti e direttori quali: M. Inoue, V. Chernushenko, A. Skulsky, J. Maro, A. Shilkloper, E. Mechetina, G. Murzha, F. Kempf, F. Lips, I. Sobotka e etc..

 

YURI ANDROSOV

È direttore della Voronezh Symphony Orchestra dalla sua fondazione. Si è laureato nel 1987 alla scuola di specializzazione Gnesin nella classe di clarinetto con Mozgovenko e nel 2005 al Conservatorio Statale “M.I. Glinka” di Nizhny Novgorod nella classe di direzione d’opera sinfonica con Skulsky. Ha diretto centinaia di concerti sia in Russia sia all’estero. Il suo stile è caratterizzato da tecnica, abilità artistica, interpretazione perfetta e dalla capacità di rivelare in modo coerente la le opere eseguite. Ha collaborato con molti musicisti famosi: Lips, Tonkha, D. Matsuev, Kempf, Sobotka, Mechetina, Shilkloper, Borisoglebsky.

 

VINCENZO MARIOZZI

Giovanissimo, vince il concorso di primo clarinetto solista nell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo. Nel 1968 vince il concorso di primo clarinetto solista nell’Orchestra Stabile dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia; mantiene questa carica per oltre tre lustri, suonando sotto la direzione di grandi direttori d’orchestra quali Bernstein, Markevich, Kleiber, Maazel, Previtali, Rossi, Prêtre, Kempe, Sawallisch, Muti, Abbado, Sinopoli, Temirkanov, Böhm, Kondrashin, Svetlanov, Thielemann, Barenboim, Gergiev, Chailly, Patanè, Giulini, Rostropovich, Celibidache, Paret, von Matacic. Vincitore del Concorso Internazionale d’Esecuzione Musicale di Ginevra (1967), è stato primo clarinetto della World Symphony Orchestra e ha collaborato con la Filarmonica della Scala come primo clarinetto. Come solista ha svolto una intensa attività in tutto il mondo con direttori quali Markevitch, Giulini, Sawallisch, Marriner, Kurz, Previtali, Petrenko, Sinopoli, Maag, Gatti, Zecchi, Renzetti, Benedetti Michelangeli. Oltre alla sua regolare partecipazione nei concerti cameristici dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, ha collaborato con i Quartetti: Melos, Academica, della Scala, di Praga, Residence di Würzburg (con il quale ha registrato i Quintetti di Mozart e di Brahms) e con il Trio Ciaikovski. Ha suonato con Spivakov, Accardo, Ughi, Asciolla, Ameling, Gruberova, Gasdia, Antonacci, Hoffman, Sirbu, Giuranna, Campanella, Vernikov, Sitkoevski, Rachlin, Bogino, Bruno. Come direttore d’orchestra ha diretto concerti sinfonici e opere liriche in Italia, Germania e Sud America. Nel 1979 ha fondato il “Festival Internazionale delle Città Medievali di Anagni e Fiuggi”, di cui tuttora è il direttore artistico. Dal 2006 al 2012 ha ricoperto la carica di direttore artistico e musicale dell’Orchestra da Camera I Solisti Aquilani, con la quale ha realizzato tournée in Giappone Stati Uniti. É stato titolare della cattedra di clarinetto presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Ha tenuto corsi di perfezionamento per l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in Germania e negli U.S.A.

 

FREDDY KEMPF

Nato a Londra nel 1977, ha debuttato in concerto a otto anni con la Royal Philharmonic Orchestra, con cui ha tuttora uno stretto legame e con cui ha suonato e diretto il ciclo completo dei Concerti per pianoforte di Beethoven in 11 concerti nei più importanti teatri del Regno Unito. Molti altri concerti con questa orchestra sono previsti per il futuro, anche al di fuori del Regno Unito. Kempf si è presentato alla ribalta nazionale nel 1992, vincendo il Concorso della BBC come Giovane Musicista dell’anno. È stato però il suo Terzo Premio al Concorso Ciaikovski di Mosca nel 1998 a lanciarlo rapidamente anche a livello internazionale. Il fatto che non gli fosse stato assegnato il Primo Premio infatti suscitò le proteste del pubblico ed ebbe ampio spazio sulla stampa russa, che lo proclamò “eroe del concorso”. Tra i direttori con cui ha suonato: Sir Andrew Davis, Kurt Sanderling, Daniele Gatti, Charles Dutoit, Vassili Petrenko, Riccardo Chailly, Yuri Temirkanov, Wolfgang Sawallisch, Vladimir Ashkenazy, Jiri Belohlavek, Neeme Jaarvi, Thomas Dausgaard e Mikhail Jurowski. Tra le orchestre: Royal Philharmonic Orchestra, Royal Liverpool Philharmonic, BBC Scottish Symphony, Philharmonia Orchestra, City of Birmingham Symphony Orchestra, Gothenburg Symphony Orchestra, Filarmonica della Scala, San Francisco Symphony, Philadelphia Orchestra, NHK Symphony, Tasmanian Symphony Orchestra e Filarmonica di Dresda.Tra i suoi impegni più recenti da segnalare quelli con la Taiwan National Symphony, RTV Slovenia Symphony Orchestra, Bergen Philharmonic e un tour di 12 concerti in Inghilterra con l’Orchestra Filarmonica di Mosca. Dopo il successo internazionale come solista e direttore, Kempf ha iniziato la stagione 2017/18 con un lungo tour con la New Zealand Symphony Orchestra; ha suonato il Concerto n.2 di Rachmaninov per inaugurare la stagione dell’Orchestra della Radio Rumena a Bucarest; il Concerto n.3 di Bartók con la NOSPR a Katowice e il Concerto di Grieg con la CBSO. La stagione 19/20 è iniziata con un ritorno in Giappone dove ha tenuto recital a Kanagawa, Tokyo e Osaka eseguendo il Concerto n.2 di Rachmaninov con la Nagoya Philharmonic Orchestra; con la Armenian National Philharmonic il Concerto in fa di Gershwin e sarà in tour in GranBretagna con la Siberian Symphony Orchestra, eseguendo i Concerti n.2 e n.3 di Rachmaninov. In recital ha suonato in sale da concerto internazionali: Sala Grande del Conservatorio Ciaikovski di Mosca, Konzerthaus di Berlino, Conservatorio di Milano, Cadogan Hall e South Bank di Londra, Suntory Hall di Tokyo e molte altre. Ha debuttato alla Fribourg International Piano Series in Svizzera, è tornato nella Sala Grande del Conservatorio di Mosca e ha eseguito da una serie di recital in Gran Bretagna. Il suo ultimo cd è dedicato a Ciaikovski. Del 2013 un cd Schumann e del 2010 l’incisione dei Concerti n.2 e n.3 di Prokofiev con la Bergen Philharmonic Orchestra e Andrew Litton (nomination per il Gramophone Concerto Award). A questo successo ha fatto seguito un’incisione delle Opere per pianoforte e orchestra di Gershwin nel 2012. Del 2011 è il disco Rachmaninov, Bach/Busoni, Ravel e Stravinsky. Scoperto per l’Italia da Serate Musicali, ne è ospite in ogni stagione a partire dal 1998.  (www.freddy-kempf.com)

Dic
2
Lun
S. ISSERLIS – S. HOUGH @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Dic 2@8:45 pm
S. ISSERLIS - S. HOUGH @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Violoncellista STEVEN ISSERLIS

Pianista STEPHEN HOUGH

 
Programma
A. DVORAK
Valdesruhe
J. SUK
Ballata per violoncello e pianoforte in re minore op.3 n.1
Serenata per violoncello e pianoforte in la  op.3 n.2
J. BRAHMS
Sonata per violoncello e pianoforte n.1 in mi minore op.38
S. HOUGH
Sonata per la mano sinistra per violoncello e pianoforte
J. BRAHMS
Sonata per violoncello e pianoforte n.2 in fa maggiore op.99
 
Scarica il libretto di sala
 
Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Dic
16
Lun
ORCHESTRA CUPIDITAS – P. VENERI – R. CAPPELLO @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Dic 16@8:45 pm
ORCHESTRA CUPIDITAS - P. VENERI - R. CAPPELLO @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

ORCHESTRA CUPIDITAS
Direttore PIETRO VENERI
Pianista ROBERTO CAPPELLO

Programma
P. I. CIAIKOVSKI
Concerto n.1 in si bemolle minore op.23
Fantasia di Concerto in sol maggiore op.56

Scarica il libretto di sala

Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Gen
20
Lun
LEONIDAS KAVAKOS – ENRICO PACE @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Gen 20@8:45 pm
LEONIDAS KAVAKOS - ENRICO PACE @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Violinista LEONIDAS KAVAKOS
Pianista ENRICO PACE

«Integrale Beethoven (I°)

Programma
L. V. BEETHOVEN
Sonata n.2 in la maggiore op.12 n.2
Sonata n.3 in mi bemolle maggiore op.12 n. 3
Sonata n.6 in la maggiore op.30 n.1
Sonata n.7 in do minore op.30 n.2

Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Feb
3
Lun
Pianista DIEGO PETRELLA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Feb 3@8:45 pm
Pianista DIEGO PETRELLA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Programma
J. BRAHMS
6 Klavierstücke op.118
Y. BOWEN
Dai “24 Preludi op.102 in tutte le tonalità maggiori e minori”:
n.10 Moderato a capriccio in mi minore
n.7 Andantino amabile in mi bemolle maggiore
n.6 Andante con moto in re minore
n.5 Allegro risoluto in re maggiore
n.21 Andante piacevole in si bemolle maggiore
n.22 Allegro molto e con fuoco in si bemolle minore
R. SCHUMANN
Gesänge der Frühe op.133
S. RACHMANINOV
Sonata per pianoforte n.2 in si bemolle minore op.36

Biglietti: Intero € 20,00 – Ridotto € 15,00

Scarica il libretto di sala

Biografia
Iniziato al pianoforte da Michele Fedrigotti, studia ora con Cristina Frosini al Conservatorio G. Verdi di Milano.
Nel 2014 vince la borsa di studio “Lina Bodini Mazza” indetta dal Conservatorio e la XXIV edizione Nazionale del Concorso di Esecuzione Musicale per studenti degli Istituti di Alta Formazione Musicale indetto dalla Società Umanitaria.
L’anno successivo ottiene il terzo premio al XXV Concorso di Esecuzione musicale Quarta Edizione Internazionale della stessa Società Umanitaria.

Nel 2016 è invitato a suonare alla Maison Natale Debussy a Parigi.
Nello stesso periodo comincia un percorso di ricerca sulla musica di Sylvano Bussotti, che lo porta a collaborare l’anno seguente con MDI Ensemble alla incisione delle musiche per il suo “RARA (film)”, la cui pubblicazione è curata dalla Cineteca di Bologna. Le sue performance di multiforme pianismo bussottiano lo vedono quindi, in diverse occasioni milanesi, interprete della irriverente musica del compositore.

È vincitore di terza (2017) e quinta (2019) edizione del Premio del Conservatorio di Milano, ottenendo nel 2019 anche il Premio del Conservatorio, che gli consente di registrare un disco download per la rivista “Amadeus”.

Nell’autunno 2015 esegue il Primo concerto per pianoforte e orchestra di Rachmaninov diretto dal Maestro Daniele Rustioni con l’orchestra del Conservatorio di Milano; nello stesso anno il concerto Imperatore di L. van Beethoven all’Auditorium Gaber di Milano, arrangiato per pianoforte e quintetto d’archi da Franz Lachner; nel 2019 poi con Icarus Ensemble, il “Prometeo” di Skriabin (nella trascrizione di Gabrio Taglietti), sotto la direzione di Juan Trigos, presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera.

La sua attività concertistica lo vede protagonista, come solista e camerista in diverse formazioni: in duo con violino, clarinetto; in quartetto con archi, percussioni; in duo pianistico, nelle più importanti sedi nazionali.

Feb
17
Lun
Pianista MIKHAIL PLETNEV @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Feb 17@8:45 pm
Pianista MIKHAIL PLETNEV @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Programma

F. SCHUBERT
Sonata per pianoforte in la minore op.164, D. 537
Sonata per pianoforte in la maggiore op.120, D. 664
P. I. CIAIKOVSKI
Le stagioni op. 37a

Scarica il libretto di sala

Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Mar
16
Lun
ORCHESTRA ANTONIO VIVALDI Direttore LORENZO PASSERINI @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Mar 16@8:45 pm
ORCHESTRA ANTONIO VIVALDI Direttore LORENZO PASSERINI @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Programma

J. S. BACH
Concerto Brandeburghese n.1 in fa maggiore BWV1046
Concerto Brandeburghese n.2 in fa maggiore BWV1047
Concerto Brandeburghese n.3 in sol maggiore BWV1048
Concerto Brandeburghese n.4 in sol maggiore BWV1049
Concerto Brandeburghese n. 5 in re maggiore BWV1050
Concerto Brandeburghese n.6 in si bemolle maggiore BWV1051
P. RATTI
Concerto brandeburghese n.7, “Bach recomposed”

Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00