Abbonamenti prezzo intero: € 400,00

Abbonamenti prezzo ridotto (oltre i 65 anni): € 330,00

Abbonamenti prezzo speciale per studenti (sotto i 26 anni): € 200,00

 

SERIE «A» 2018/2019 + Festival Omaggio a Milano» 2019

Set
24
Mar
Anteprima di Stagione – MARCO POLO @ Teatro Dal Verme
Set 24@8:00 pm
Anteprima di Stagione - MARCO POLO @ Teatro Dal Verme

ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO CARLO FELICE DI GENOVA

Direttore MUHAI TANG

GIUSEPPE TALAMO (Tenore) – Marco Polo

CHUAN YUN (Soprano) – Xiaotong Cao

WEN TIANXIANG (Baritono) – Yunpeng Wang

LIU NIANG (Mezzo-soprano) – Ying Liu

FENGRUN SONG (Basso) – Kublai Khan

SHUAI XU (Baritono) – Jingim/Arghun

Maestro del Coro: FRANCESCO ALIBERTI

«La via della seta»

Programma
E. SCHNEIDER
«Marco Polo»
 
Opera in tre atti e un prologo
Adattamento in forma di concerto
 
Libretto di Wei Jin e musiche di Enjott Schneider e Shaosheng Li
 
L’epica traversata dell’esploratore veneziano duecentesco, di ritorno dall’impero del Khān alla Serenissima, sulla Via della seta, nella prima opera originale in lingua cinese, in prima esecuzione europea in Italia
 
Un appassionante racconto delle antiche origini dei rapporti tra Cina e Italia, nel 50° anniversario delle relazioni diplomatiche tra le due nazioni

 
Muhai Tang è un direttore cinese di fama mondiale. Ha ricevuto il Grammy Award nel 2014 e lo Special Recognition Award nei Golden Opera Awards 2017. È stato nominato direttore principale della China National Symphony Orchestra e ha ricoperto il ruolo di direttore artistico della Shanghai Philharmonic Orchestra dal 2009 al 2017. Inoltre, è direttore artistico della Tianjin Symphony Orchestra, Tianjin Opera House, Harbin Symphony Orchestra , Guangxi Symphony Orchestra e Guangxi Opera House, ecc. Ha collaborato con oltre un centinaio di orchestre sinfoniche e da camera di fama mondiale come direttore d’orchestra, offrendo spettacoli in tutto il mondo. È altrettanto attivo come direttore d’opera e si è esibito in prestigiosi teatri d’opera come Teatro alla Scala, Opernhause Zuerich, Oper Frankfurt, Teatro dell’Opera ungherese. Tang svolge un ruolo attivo negli scambi culturali nel mondo. Negli ultimi anni ha diretto numerose importanti orchestre sinfoniche europee per esibizioni di tournée in tutto il mondo, come la Brussels Philharmonic Orchestra, la Stuttgart Philharmonic Orchestra, ecc. Ha spesso invitato le migliori orchestre occidentali ad esibirsi in Cina, e conduce anche cinese Orchestre da esibirsi in tutto il mondo. Nel 2016 e nel 2017, ha diretto rispettivamente l’Orchestra Sinfonica di Shenzhen e l’Orchestra Sinfonica di Pechino alle visite in Nord America. Infine, è il primo direttore a dirigere l’orchestra cinese per esibirsi al Festival internazionale di Salisburgo.

 

Enjott Schneider è un compositore tedesco. Professore a dell’Università di Musica e Teatro di Monaco di Baviera. È autore di nove opere, numerose composizioni di musica orchestrale e da camera, musica sacra con musica oratoria, molti concerti per strumentali e 16 sinfonie d’organo. I suoi lavori sono stati eseguiti in tutto il mondo, da Parigi, Roma, Madrid, Danzica, New York, Los Angeles a Tokyo, Shanghai, Pechino, Taipei, Manaus, Kiev, Novosibirsk. Inoltre, circa 600 colonne sonore di film. Schneider è vincitore di numerosi premi tra cui l’Emmy Award (New York) per il miglior documentario 2005, il Bavarian Film Award, Bundesfilmband in Gold, il Fipa d’Or (Biarritz) 2001 “Miglior musica per film europei”, German Television Award 2007 “Miglior musica per film”.  Premio Lifework 2015 al “Festival Soundtrack-Cologne”.  Nel 2018 la sua opera “Marco Polo”, composta in lingua cinese e commissionata dal governo cinese, è stata celebrata nei teatri di Guangzhou e Pechino.

 

Shaosheng Li è compositore cinese presso la Guangxi Symphony Orchestra. È vicepresidente della Shenzhen Performing Arts Association, direttore del progetto del Beijing Modern Music Festival (BMMF), direttore esecutivo del Tsingtao International Music Festival, membro del consiglio artistico di Shenzhen Belt&Road International Music Festival. Primo studente del Central Conservatory of Music (CCOM) ad essere ammesso al dipartimento di composizione della Juilliard School, si laurea in DMA presso l’Università del Missouri Kansas City (UMKC). Le sue composizioni rientrano nel repertorio di orchestre, direttori e artisti di fama mondiale tra cui la China National Symphony Orchestra, la Shenzhen Symphony Orchestra, la Beijing Symphony Orchestra, la American Composers Orchestra, la Thailand Philharmonic Orchestra, direttori come Hu Yongyan, Zhang Yi, Shao En, Lin Daye, David Gier, David Alan Miller. Le sue opere vengono eseguite in venue come Carnegie Hall, China Music Festival, l’Australia China Music Festival, l’Islanda Modern Music Festival, il Beijing Modern Music Festival, il Shenzhen BELT & ROAD International Music Festival, il Thailand International Contemporary Music Music Festival e Pechino Festival internazionale del dramma giovanile.

 

Jingfu Shi, regista laureata presso la Central Academy of Drama, lavora nella China National Opera House ed è vincitrice dei premi assegnati dal Ministero della Cultura della Repubblica Popolare Cinese nel 2014

“Il miglior regista giovanile” (Fidelio) e Uno di “The Outstanding Plays in 2014” (Fidelio). Lavora come assistente regista per: Tosca (diretto da Hans Frey), Carmen (diretto da José-Maria Condemi), Marco Polo (diretto da Kasper Holten, co. Con Amy Lane), Dream of Red Chamber (diretto da Stan Lai), Die Fledermaus (diretto da Xinyi Chen), La Bohème (diretto da Xinyi Chen), Turandot (diretto da Huquan Wang), Tannhäuser (diretto da Huquan Wang), Der Ring Des Nibelungen (diretto da Huquan Wang), Rigoletto (diretto da Huquan Wang), Nuova casa da tè (diretto da Ramunė Kudzmanaitė).

 

Giuseppe Talamo è un tenore italiano. Vincitore nel 2003 del prestigioso premio “Enrico Caruso”, è stato nel 2004 testimonia italiano al Columbus Day di New York. Vincitore nel 2007 del Primo premio assoluto all’XI concorso lirico “Mario Lanza”, si classificherà ai primi posti di altri importanti concorsi, il concorso “Mediterraneo” nel 2007 e il “Francesco Albanese” nel 2008. Si diploma al conservatorio G. Martucci di Salerno con il massimo dei voti e approfondisce i suoi studi con numerosi artisti di fama internazionale, tra i quali Katia Ricciarelli e Renato Bruson. La sua attività concertistica  l’ha portato a esibirsi in importanti teatri italiani tra i quali il Teatro Carlo Felice di Genova con gli archi della Scala di Milano, il Teatro Politeama di Lecce, il Teatro Goldoni di Livorno, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Morlacchi di Perugia, il Filarmonico di Verona, e molti altri. Ha cantato inoltre per prestigiose istituzioni estere: Ginevra, Francoforte, Bucarest, Parigi, San Pietroburgo, Damasco, Istanbul, Baku, e Oslo. Incide per Universal Film il brano sacro Panis Angelicus, per il film documentario sulla vita di Papa Giovanni Paolo II. Per l’etichetta Bongiovanni il cd “Omaggio a Tito Schipa”. Per l’etichetta Coviello Classic l’opera “Un giorno di Regno” G. Verdi.

 

Xiaotong Cao è un soprano originario di Shandong, in Cina. Consegue la laurea in musica lirica presso il Conservatorio di musica di Shanghai e il master in musica classica alla Manhattan School of Music. Ha ricevuto lo Stan Sesser Career Award alla Manhattan School of Music nel 2019 e lo Special Career Award alla Gerda Lissner Foundation 2019 Young Artists Vocal Concert a New York. Acclamata internazionalmente, ha ottenuto grande attenzione e consensi dalla critica sia dalla Cina che dagli Stati Uniti.

Nella stagione 2018-2019, la signora Cao fa il suo debutto al Teatro Carlo Felice in Italia e al Quanzhou Grand Opera Theatre in Cina come Chuanyun nell’opera cinese Marco Polo sotto la direzione del maestro Muhai Tang. È invitata a cantare il ruolo principale di Suor Angelica con Angles Vocal Arts a Los Angeles a luglio. Nel 2018 ricopre il ruolo principale di Suor Angelica con la Manhattan School of Music Opera Theatre di New York.

 

Fengrun Song è il basso della China National Opera House. È vincitore del Wenhua Award del Nono Concorso di canto nazionale tenuto dal Ministero della Cultura e vincitore del Excellent Performance Award della National Art Academy del Ministero della Cultura. Nel luglio 2009, si è laureato con lode alla Conservatorio Centrale di musica. Si è esibito con il famoso direttore d’orchestra Sig. Seiji Ozawa e il cantante Americano di Metropolitan Opera in Giappone nella performance operistica di “Il barbiere di Siviglia”. Nel novembre 2009 ha interpretato il principe Gremin nell’opera “Onegin”, che è stata eseguita congiuntamente dal Conservatorio centrale di musica e dal Conservatorio di musica di Mosca Ciajkovskij. Si esibisce sotto la guida dei maestri Seiji Ozawa, Tang Muhai, Yu feng, Yang Yang, in opere come “Fidelio”,  “Die Walküre”, “Götterdämmerung”, “Tosca”, “La Traviata”, “Madama Butterfly “e molte altre.

 

Ott
7
Lun
Sir ANDRAS SCHIFF & COE @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 7@8:45 pm

CHAMBER ORCHESTRA OF EUROPE

Direttore e solista Sir ANDRAS SCHIFF

Programma
F. J. HAYDN
L’Isola disabitata, Ouverture
Concerto in re maggiore per pianoforte e orchestra, Hob:XVIII:11
Sinfonia n.88 in sol maggiore
F. MENDELSSOHN
Concerto n.1 in sol minore per pianoforte e orchestra op. 25
Sinfonia n.4  in la maggiore op.90 “Italiana”
 
Scarica il libretto di sala
 
Biglietti: Intero € 40,00 – Ridotto € 30,00
 
András Schiff (Pianoforte, Direttore d’orchestra))Nato a Budapest nel 1953, Sir András Schiff ha studiato pianoforte all’Accademia Ferenc Liszt con Pál Kadosa, György Kurtág e Ferenc Rados, per poi spostarsi a Londra e seguire gli insegnamenti di George Malcolm. Essendosi esibito con le più prestigiose orchestre del mondo e con i direttori più importanti, attualmente la sua attività si concentra principalmente sui recital solistici, sui concerti come solista-direttore e direttore.

A partire dal 2004, Sir András Schiff ha eseguito l’integrale delle Sonate di Beethoven in oltre venti città, tra cui Zurigo, dove il ciclo è stato registrato dal vivo per l’etichetta ECM. Altre incisioni per la medesima etichetta includono recital solistici incentrati su musiche di Schubert, Schumann e Janáček, oltre alle Partite, alle Variazioni Goldberg e al Clavicembalo Ben Temperato di Bach.

In anni recenti, l’esecuzione di musiche di Bach è diventata un appuntamento fisso ai BBC Proms di Londra. Inoltre, si esibisce regolamento ai Festival di Verbier e Baden-Baden, alla Wigmore Hall di Londra, al Musikverein di Vienna e alla Philharmonie de Paris, in tournée in Nord America e Asia e a Vicenza, dove è direttore artistico del Festival che si tiene ogni anno al Teatro Olimpico.

Vicenza è anche la sede della Cappella Andrea Barca, orchestra da camera fondata nel 1999 e formata da solisti di fama internazionale, cameristi e amici. L’orchestra si è esibita in sedi prestigiose quali Carnegie Hall, Festival di Lucerna e Mozartwoche di Salisburgo; progetti futuri includono una tournée in Asia e un ciclo di concerti in Europa con un programma dedicato ai Concerti per tastiera di Bach.

Sir András Schiff collabora regolarmente anche con la Chamber Orchestra of Europe, la Budapest Festival Orchestra e l’Orchestra of the Age Enlightenment. Nel 2018 gli è stato conferito il ruolo di Associate Artist con la OAE, rimarcando il suo interesse per le esecuzioni su strumenti d’epoca.

È costante il suo supporto ai giovani talenti, principalmente attraverso il progetto “Building Bridges” che da opportunità di esibirsi a promettenti giovani musicisti. Sir András Schiff insegna presso le Accademie Barenboim-Said e Kronberg e tiene numerose master-class. Nel 2017 è stato pubblicato dalla casa editrice Bärenreiter-Henschel il suo libro intitolato “Music Comes from Silence”, dissertazioni e conversazioni con Martin Meyer.

Tra i numerosi riconoscimenti attribuitigli si annoverano la Medaglia d’Oro della Fondazione Mozarteum (2012), il Cavalierato di Gran Croce dell’Ordine al merito di Germania (2012), la Medaglia d’oro della Royal Philharmonic Society (2013), il Cavalierato per i servizi resi alla musica (Regno Unito, 2014) e il Dottorato conferitogli dal Royal College of Music (2018).

 

Chamber Orchestra of Europe / COE © Julia Wesely

La Chamber Orchestra of Europe (COE) è stata costituita nel 1981 da un gruppo di giovani musicisti noti come membri della European Union Youth Orchestra (oggi EUYO). La COE è attualmente costituita da circa sessanta membri che sono impegnati in carriere internazionali individuali come solisti o primi strumentisti di orchestre nelle rispettive nazioni, come membri di famosi gruppi di musica da camera, insegnanti o professori di musica.

Sin dal principio, l’identità della COE è stata forgiata dalle collaborazioni con eminenti direttori d’orchestra e solisti. In primis, è stato Claudio Abbado a rivestire il ruolo di mentore fondamentale durante i primi anni. Il Maestro ha diretto la COE in rappresentazioni di opere quali Il viaggio a Reims e Il barbiere di Siviglia di Rossini e Figaro e Don Giovanni di Mozart, dirigendo inoltre numerosi concerti di opere, in particolare, di Schubert e Brahms. Anche Nikolaus Harnoncourt ha avuto un’influenza basilare nell’evoluzione della COE tramite le interpretazioni e registrazioni di tutte le Sinfonie di Beethoven, oltre che con produzioni liriche in occasione dei festival di Salisburgo, Vienna e Styriarte.

Attualmente la COE collabora a stretto contatto con Bernard Haitink, Sir András Schiff e Yannick Nézet-Séguin, tutti membri onorari dell’Orchestra. La stagione 2018/2019 vede la COE esibirsi con alcuni dei più importanti direttori e solisti del mondo, fra cui Pierre-Laurent Aimard, Janine Jansen, Leonidas Kavakos, Sir Antonio Pappano, Anna Lucia Richter, Robin Ticciati e Nikolaj Szeps-Znaider.

La COE mantiene una stretta collaborazione con il Lucerne Festival e con tante delle principali istituzioni concertistiche europee, fra cui la Philharmonie di Colonia, la Philharmonie Luxembourg, la Philharmonie di Parigi, il Concertgebouw di Amsterdam e l’Alte Oper di Francoforte. In collaborazione con la Kronberg Academy, la COE diventerà la prima orchestra ‘residente’ di sempre al futuro Casals Forum di Kronberg nel 2021.

Con all’attivo una discografia di più di 250 incisioni, i CD della COE hanno vinto numerosi riconoscimenti internazionali, fra cui due ‘Grammy’ e tre Premi ‘Record of the Year’ da parte della rivista Gramophone. Le registrazioni più recenti includono ‘Visions of Prokofiev’ con Lisa Batiashvili, che ha vinto un Opus Klassik, ‘La Clemenza di Tito’ di Mozart, il ‘Concerto per Pianoforte N. 20’ di Mozart con Seong-Jin Cho, tutte opere dirette da Yannick Nézet-Séguin, e il ‘Concerto per Violoncello’ di Schumann con Gauier Capuçon e diretto da Bernard Haitink.

Nel 2009 è stata fondata la COE Academy, con l’obiettivo di dare a un selezionato gruppo di straordinari studenti la possibilità di studiare con i principali musicisti della COE e, soprattutto, di andare in tournée con l’Orchestra.

La COE è un’orchestra a carattere privato che riceve prezioso sostegno in particolare dalla Gatsby Charitable Foundation e da altri ‘Amici’, fra cui Dasha Shenkman, il Sir Siegmund Warburg’s Voluntary Settlement, il Rupert Hughes Will trust, l’Underwood Trust, il 35th Anniversary Friends e gli American Friends.

Ott
13
Dom
ORCHESTRA ANTONIO VIVALDI  @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 13@8:45 pm

Direttore LUCA BALLABIO

Tromba ALEX ELIA

Mandolinista CARLO AONZO

Contrabbassista MATTEO ZABADNEH

Pianista ENRICO POMPILI

Programma
L. DALLAPICCOLA
Piccolo Concerto per Muriel Couvreux per pianoforte e orchestra da camera
L. A. KOŽELUH
Sinfonia Concertante in mi bemolle maggiore per mandolino,tromba, contrabbasso e pianoforte
L. V. BEETHOVEN
Sinfonia n.5 in do minore
Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Scarica il libretto di sala

Luca Ballabio compie i suoi studi di direzione d’orchestra sotto la guida dei maestri Marc Kissoczy e Arturo Tamayo presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano (CH), dove studia anche composizione, orchestrazione e lettura della partitura.
Nel 2019 viene selezionato dal maestro Riccardo Muti come allievo uditore presso l’Italian Opera Academy, nell’ambito del Ravenna Festival.

Dal 2012 al 2014 è direttore stabile dell’Orchestra Incanto (Pavia-IT), formazione con cui si esibisce in numerosi concerti, prestando particolare attenzione al repertorio operistico, sia italiano che tedesco.
Da Gennaio 2016 collabora come direttore ospite principale con la Filarmonica “Ettore Pozzoli” (Seregno-IT), annoverando già diversi appuntamenti per le prossime stagioni.

A gennaio 2018 debutta alla guida dell’Orchestra della Svizzera Italiana al prestigioso LAC di Lugano (CH) nella prima esecuzione assoluta di “Landung Klarer” di Jo Flüeler, inaugurando una collaborazione che continua anche nella stagione 2018/2019 con l’incisione di brani in prima esecuzione presso gli studi RSI di Lugano.
È stato direttore ospite di varie istituzioni internazionali quali il Teatro dell’Opera Nazionale di Costanza (RO), Karlovy Vary Simphonieorchester (CZK), Vidin State Philharmonic (BG).

Luca Ballabio inizia la sua carriera come trombonista, conseguendo con il massimo dei voti il master in Music Performance presso l’Hochschule fur Musik und Theater “F. Mendellsohn Bartholdy” di Lipsia (DE) sotto la guida del maestro Thomas Leyendecker (trombone basso dei Berliner Philharmoniker).

La sua attività lo porta a collaborare regolarmente con diverse istituzioni nazionali e internazionali quali l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Potsdam Kammerakademie (Premio Echo-Classsic come miglior orchestra da camera europea nel 2015), Orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala, Orchestra Leonore, I Pomeriggi Musicali, Orchestra Sinfonica di Padova e del Veneto, Landesorchester Rudolstadt, Orchestra del festival “G. Puccini”, Orchestra sinfonica di Asti, Symphonieorchester des Festival Jungler Künstler di Bayreuth.

Durante la sua carriera ha collaborato con artisti del calibro di Fabio Luisi, Gustavo Dudamel, Sir Antonio Pappano, Manfred Honeck, Susanna Mälkki, Myung-Whun Chung, Gianandrea Noseda, Mikko Franck, David Coleman, Lang Lang, Herbie Hencock, Renato Bruson, Karl-Anton Richembacker e Peter Rundell.
Da Settembre 2014 collabora con il progetto Spira Mirabilis.

Ott
14
Lun
Pianista YEVGENY SUDBIN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 14@8:45 pm
Pianista YEVGENY SUDBIN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Pianista YEVGENY SUDBIN

Programma

D. SCARLATTI
Sonate K197, K9, K159 K27
P.I. CIAIKOVSKI/Y. SUDBIN
Romeo e Giulietta
P. I. CIAIKOVSKI
Da “Deux Morceaux” op. 10: n.1 Notturno (Andante cantabile in fa maggiore)
Da “Six Morceaux” op.19: n.4 Notturno
(Andante sentimentale in do diesis minore)
A. SCRIABIN
Notturno per la mano sinistra in re bemolle maggiore op.9
M. RAVEL
Gaspard de la Nuit

Scarica il libretto di sala

Biglietti: Intero € 20,00 – Ridotto € 15,00

Yevgeny Sudbin nato a San Pietroburgo, dove ha studiato, si è trasferito successivamente a Berlino e infine a Londra. Ha inciso 14 album e il suo CD, dedicato a Scriabin si è aggiudicato il Classical Award al MIDEM di Cannes.
Oltre agli studi al Royal College of Music, ha seguito corsi di Fleisher e Hough e ha ottenuto borse di studio da varie Fondazioni (Pulvermacher, Alexis Gregory, Wall Trust).

Sudbin ha suonato in recitals (New York, Amburgo, Lipsia, Berlino, Parigi) e con orchestre sinfoniche (negli USA  con Minneapolis, Seattle, San Francisco; in Europa con London Philharmonic, BBC Scottish, Tonhalle Orchestra). Ha tenuto concerti con: Minnesota Orchestra, Seattle Symphony, San Francisco Symphony, Orchestra della Tonhalle, la London Philharmonic Orchestra e la BBC Scottish Symphony Orchestra.

Sudbin ha suonato il Concerto n. 1 di Rachmaninov con la BBC Philharmonic e Tortelier ai Proms nel 2008. É ospite abituale di festivals musicali in tutto il mondo, da Aspen, a La Roque d’Antheron, a Verbier, ai Proms di Londra a Singapore. Recitals alla Tonhalle di  Zurigo, a Wigmore Hall e South Bank, al Concertgebouw di Amsterdam, a San Francisco, al Gilmore International Piano Festival, a San Juan di Porto Rico; ha suonato a Londra con Philharmonia e London Philharmonic, al Mostly Mozart Festival, a New York, dove ha ottenuto successo entusiastico nella serie Frick Collection, anche a Lincoln Center.

Ha inciso il ciclo completo dei Concerti di Beethoven e grande successo anche per le incisioni dei Concerti di Rachmaninov e Medtner, un impegno pluriennale, in collaborazione con la Minnesota Orchestra diretta da Osmo Vänskä. “Scoperto” da Serate Musicali nel 2001, esse ne hanno assecondato la verità e la scintilla, in qualità di “Arbiter elegantiarum”.

Ott
21
Lun
NORTH CZECH SYMPHONIC ORCHESTRA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 21@8:45 pm
NORTH CZECH SYMPHONIC ORCHESTRA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

NORTH CZECH SYMPHONIC ORCHESTRA

Direttore ALFONSO SCARANO

Pianista FIORENZO PASCALUCCI

 
Programma

A. DVORAK
Concerto per pianoforte e orchestra in sol minore op.33
W. A. MOZART
Sinfonia n.38 in re maggiore K504 “Praga”
A. DVORAK
Suite ceca per piccola orchestra in re maggiore op.39
 
Biglietti: Intero € 30,00 – Ridotto € 25,00

Ott
29
Mar
ORCHESTRA DA CAMERA FIORENTINA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Ott 29@8:45 pm

Direttore GIUSEPPE LANZETTA
Pianista ANDREA BACCHETTI
Violinista DAVIDE ALOGNA

Programma

W. A. MOZART
Concerto n.8 in do maggiore K246
Concerto K315 f (doppio Concerto per violino e pianoforte)
Concerto per violino n.3 in sol maggiore K 216 “Strassburger-Konzert”
Sinfonia n.29 in la maggiore K 201

Scarica il libretto di sala

Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Nov
4
Lun
ORCHESTRA FILARMONICA ITALIANA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Nov 4@8:45 pm
ORCHESTRA FILARMONICA ITALIANA
Direttore DANIELE AGIMAN
DENIA MAZZOLA GAVAZZENI
ARMANDO LIKAJ
GIUSEPPE VENEZIANO
GIORGIO VALERIO
CORO “AB HARMONIAE”
Direttori DAMIANO CERUTTI e MAXINE RIZZOTTO

 
Programma
 
R. LEONCAVALLO
«Zingari»
(Opera lirica in due atti su libretto di Enrico Cavacchioli e di Guglielmo Emanuel)
 
Scarica il libretto di sala
 
Biglietto: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Nov
11
Lun
Pianista OLLI MUSTONEN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Nov 11@8:45 pm
Pianista OLLI MUSTONEN @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

Pianista OLLI MUSTONEN

Programma
J. SIBELIUS
Tre Sonatine
F. CHOPIN
Tre Mazurche op.59: n.1 in la minore; n.2 in la bemolle maggiore; n.3 in fa diesis minore
Tre Mazurche op.56: n.1 in si maggiore; n.2 in do maggiore; n.3 in do minore
F. BUSONI
Fantasia “nach J. S. Bach” K253
L. v. BEETHOVEN
Sonata n.23 in fa minore op.57 “Appassionata”
 
Scarica il libretto di sala
 
Biglietti: Intero € 20,00 – Ridotto € 15,00

Nov
18
Lun
QUARTETTO CIAIKOWSKI – ALEXEI NABIULIN   @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Nov 18@8:45 pm
QUARTETTO CIAIKOWSKI - ALEXEI NABIULIN   @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano

QUARTETTO CIAIKOWSKI DI MOSCA

LEV MASLOVSKY (Primo Violino)
ZAKHAR MALAKHOV (Secondo Violino)
ILJA GOFMAN (Viola)
KIRILL RODIN(Violoncello)

Pianisyta ALEXEI NABIULIN

 
Programma

R. SCHUMANN
Quintetto per pianoforte e archi in mi bemolle maggiore op.44
J. BRAHMS
Quintetto per pianoforte e archi in fa minore op.34
 
Biglietti: Intero € 25,00 – Ridotto € 20,00

Il Quartetto Ciaikovskij di Mosca fu fondato nel 1975 in seguito all’assegnazione del Primo Premio al Festival Internazionale B.Bartok a Budapest. Da allora, il quartetto ha attirato su di se stima e simpatia del pubblico e della critica per le qualità straordinarie degli allora giovani
interpreti e della loro professionalità. Nel 1985 ha assunto l’attuale denominazione ed ha continuato la propria attività esibendosi con gran successo nelle più prestigiose istituzioni concertistiche internazionali. Nel 1990, si aggiudicò il Primo Premio al Concorso Internazionale
Bucchi di Roma.
Le esecuzioni del quartetto hanno ereditato la migliore tradizione della scuola musicale russa, per sensibilità e perfezione. Il repertorio è enorme e non ha senso elencarlo. Oltre ai quartetti, quasi tutti gli ensemble da camera (quintetti, sestetti, ecc.) sono stati eseguiti con la partepazione dei più famosi solisti a livello internazionale. Il quartetto segue rigorosamente le tradizioni classiche della scuola del Conservatorio di Mosca, il cui rappresentante più brillante è stato David Oistrakh.
Dalla sua fondazione divenne subito una dei principali quartetti della Russia.
Il Quartetto Ciaikovskij ha effettuato numerose tournèe in tutto il mondo ed effettua costantemente numerosi concerti in Russia. Numerosi i CDs incisi dal quartetto così come le registrazioni radiofoniche e le apparizioni televisive.

Primo violino – LEV MASLOVSKY
Laureato al Conservatorio Statale di Tbilisi (nella classe del Prof. K.Vardely, primo violino del Quartetto di Stato della Georgia).

Secondo violino – ZAKHAR MALAKHOV
Laureato presso l’Istituto Statale di Musica di Mosca “A. Schnittke”.

Viola – ILJA GOFMAN
Laureato nel 2003 al Conservatorio Statale di Mosca nella classe del Prof. Yuri Bashmet. Effettua masterclass in Canada, Svizzera e Francia.
Vincitore all’ International Yuri Bashmet Violists’ Competition (Russia, 2000), Solti Foundation (Great Britain, 2005), Vienna International Competition (2005) e International Gaetano Zinetti Competition (Italia, 2004).

Violoncello – KIRILL RODIN
Primo Premio (ex aequo con il M° Mario Brunello) e Medaglia d’Oro al Concorso Internazionale
Ciaikovskij a Mosca del 1986.
Primo Premio e Medaglia d’Oro al Concorso Internazionale a Belgrado e nel 1984.
Professore del Conservatorio Statale di Mosca e solista della Filarmonica di Mosca.
Laureato al Conservatorio nella classe della Prof. N.Shakhovskaya.
Kirill Rodin è membro di giuria in diversi concorsi internazionali.
Effettua masterclass in Germania, Australia, Argentina, Corea del sud.

ALEXEY NABIULIN
Nato a Norilsk, ha iniziato gli studi musicali a 5 anni con la madre e ha dato il suo primo concerto a 9 anni. Ha continuato gli studi alla Scuola d’Arte per ragazzi e alla Scuola Speciale Centrale del Conservatorio di Mosca, ottenendo per meriti artistici riconoscimenti internazionali, quali il privilegio di far parte della delegazione del Fondo Sovietico dei Giovani in Canada (1991) e la tournée “Russische Wunderkinder” in Germania nel 1992. Dopo il diploma è entrato al Conservatorio di Mosca nella classe di Voskresensky e per la composizione nella classe di Khudoley, concludendo gli studi nel 2001.

Nel 1997 ha vinto il “First European Piano Forum” di Berlino, rappresentando il Conservatorio di Mosca; ha vinto il 3° Premio al Concorso Internazionale Giovanile Ciaikovski di Mosca (1992); il 1° Premio e il Premio Speciale Schubert al Concorso Casagrande di Terni (1998), il 1° Premio e il Premio Speciale Field al Concorso Internazionale di Dublino (2000) e nel 2002 al Concorso Internazionale Ciaikovski ha vinto il 2° Premio, la Medaglia d’Argento e i Premi Speciali del Conservatorio di Mosca e di Culture TV Channel.
Suona regolarmente in Russia, Europa, Asia e Nord America, ospite dei Festival più importanti, quali il Musical Olympus di San Pietroburgo, Roque d’Antheron, PianoPassion, Radio France di Montpellier, Piano en Valois, Musique dans les Vignes, Divonnes les Bains in Francia, Povoa de Varzim in Portogallo, Santander in Spagna, Notti nei Giardini d’Europa, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Beethovenfest di Bonn in Germania, Rachmaninov Festival di Kharkov in Ucraina; ha suonato nelle sale più importanti a Mosca, New York, Londra, Dublino, Atene, Monaco, etc… ).

Suona con: National Symphony of Ireland, Irish Chamber, Greenwich Symphony, National de Lille, Czech Virtuosi di Brno, Sinfonica Warszawa, Philharmonique de Monte-Carlo, Young Russia Orchestra, Ural Philharmonic, National Symphony of Ukraine, The State Academy Symphony of Russia, sotto la bacchetta di Pletnev, Gorenstein, Dmitriev, Semkow, Anisimov, Skripla, Csaba, Myrat, Ozaki e Markson. Ha effettuato numerose incisioni discografiche. È docente presso il Conservatorio Ciakovski di Mosca. È ospite per la seconda volta di Serate Musicali-Milano.

Nov
25
Lun
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
Nov 25@8:45 pm
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA @ Sala Verdi del Conservatorio di Milano
VORONEZH SYMPHONY ORCHESTRA
Direttore IURII ANDROSOV
Clarinettista VINCENZO MARIOZZI
Pianista FREDDY KEMPF

Programma
F. MENDELSSOHN 
“La Bella Melusina”, Ouverture in fa maggiore op.32
K.M.von WEBER
Concerto in mi bemolle maggiore op 74 n.2
(clarinetto: Vincenzo Mariozzi)
F. CHOPIN
Concerto n.2 per pianoforte e orchestra in fa minore op.21
Andante spianato e Grande Polacca brillante in mi bemolle maggiore op.22
pianoforte: Freddy Kempf

Biglietti: Intero € 30,00 – Ridotto € 25,00