TRIO PERVIN CHAKAR @ Toscolano-Maderno Museo della Carta
Set 7@9:00 am
9:00 am
(Musica Etnica del Caucaso)
I colori dell’anima, dell’aria e della luce (I) @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
Ott 9@6:00 pm
I colori dell’anima, dell’aria e della luce  (I) @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
6:00 pm
Arpista: ADA OGGIONI CONVERSAZIONE DI MIRELLA GOBBI Dalla dissolvenza delle forme nella luce, alla tecnica della divisione del colore: la rappresentazione della realtà, della natura e dei moti dell’anima attraverso la luce. Verrà presentata una
I colori dell’anima, dell’aria e della luce (II) @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
Ott 23@6:00 pm
I colori dell’anima, dell’aria e della luce  (II) @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
6:00 pm
Chitarra: LEONARDO DE MARCHI Soprano: MARIA ELEONORA CAMINADA CONVERSAZIONE DI MIRELLA GOBBI La ricerca del valore evocativo della luce: vibrazioni luministiche, suggestioni simboliche ed echi musicali nelle opere del Poema Invernale di Vittore Grubicy De
«AMORE E PSICHE» @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
Nov 27@6:00 pm
«AMORE E PSICHE» @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
6:00 pm
MUSICA e TEATRO, PAROLE e GESTI ATTORNO AD ANTONIO CANOVA Soprano ANNA AURIGI Clarinetto STEFANIA BELOTTI Pianoforte MARIA GRAZIA PETRALI «INTORNO AL MITO NEOCLASSICO» VINCENZO BELLINI (1801 – 1835) Norma: «Casta Diva» WOLFGANG AMADEUS MOZART
Chitarrista ALBERTO MESIRCA @ Museo Poldi Pezzoli
Dic 1@4:30 pm
Chitarrista ALBERTO MESIRCA @ Museo Poldi Pezzoli
4:30 pm
«Musica attorno a Leonardo» FRANCESCO CANOVA DA MILANO (1497-1543) Recercare V Recercare XXV Fantasia detta “La compagna” (dal manoscritto liutistico del 1565 scritto da Giovanni Pacalono e conservato presso l’Archivio del Duomo di Castelfranco Veneto)
Recital su Primo Levi – Pensare con le mani @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
Dic 4@6:00 pm
Recital su Primo Levi - Pensare con le mani @ Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
6:00 pm
Attori: MARINA BASSANI, LORENZO BARTOLI Clarinetto: FRANCESCO DJANGO BARBIERI «Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l’amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la miglior