Category Archives: La parola al Presidente

Stagione 2018 – 2019

Anche per la prossima stagione Serate Musicali segue la sua filosofia tradizionale, presentando grandi solisti di fama internazionale e solisti da noi ritenuti grandi (Pletnev, Schiff, Anderszewski, Hewitt, Virsaladze, Brunello, Isserlis, Kremer, Zukerman, Vengerov, Kempf, Sudbin, Bacchetti, Sollima, Barrueco), alcuni dei quali in formazioni cameristiche (Zukerman, Lonquich, Sudbin, i giovani fratelli Khachatryan in Trio con lo strepitoso violoncellista Hakhazaryan, vincitore del Ciaikovski 2011).

Diciassette formazioni orchestrali, tra cui tre giovanili (Vivaldi, Conservatorio di Milano, EUYO), per non venir meno all’impegno di contribuire alla formazione professionale dei futuri musicisti,  soprattutto italiani, scelte in base ai programmi singolari proposti. Continuerà il ciclo “Andiamo all’Opera!”, con quattro rarità: “Incantesimo” di Italo Montemezzi per proseguire nella valorizzazione del patrimonio novecentesco italiano; “L’enfant prodige” di C. Debussy per un dovuto omaggio all’autore nel centenario della morte; le due rarissime Operine “I fratelli gemelli” di F. Schubert e “Mozart e Salieri” di N. Rimski-Korsakov.

Integrale dei Concerti per pianoforte e orchestra di J. Brahms (Orchestra di Arad e Carlo Levi Minzi), inizio dell’Integrale dei Concerti per pianoforte di Ciaikovski con Roberto Cappello, nonchè delle Sonate per violoncello e pianoforte di Beethoven (Steven Isserlis e Robert Levin). Monografie dedicate a J. S. Bach  da  parte di Sir A. Schiff e A. Hewitt, a R. Schumann con i due Concerti per violoncello e per pianoforte e orchestra (Kodaly con Matilde Agosti e Roberto Prosseda); a G. Rossini per ricordare l’anniversario del 150 anni dalla morte, a G. Mahler, grazie alla inedita coppia Gidon Kremer /Mario Brunello e alla fida Kremerata Baltica.

Tornano gli artisti amici Sudbin, Bacchetti, Kempf, Debargue.

Dopo l’esperimento di iniziare i concerti alle ore 20.30, sentiti i pareri contrastanti e quindi per cercare di conciliare le esigenze della maggior parte del pubblico, per la prossima stagione stabiliamo l’orario di inizio dei concerti alle ore 20.45.

A latere della stagione principale in Conservatorio, continueranno le iniziative collaterali di musica e letteratura, musica e cinema, musica e arte, in collaborazione con Gam-Galleria d’Arte Moderna, Museo Poldi Pezzoli, Sala del Grechetto, Circolo Filologico Milanese, Società del Giardino, Spazio Fazioli, Spazio Teatro ’89, Villa Medici Giulini, Amici di Edoardo Onlus, Amici della Barona, OSF-Opera San Francesco, etc… Festival di Cinema in inverno in collaborazione con l’Università della Terza Età presso la Basilica di San Marco. Programmi classici e programmi variegati, tradizione e innovazione, con l’obiettivo di offrire sempre grande musica ad alto livello, coniugando il passato con il contemporaneo e il futuro, nonché occasioni di scoperte o di riscoperte.

Un ringraziamento speciale agli Amici delle Serate Musicali per il supporto.

 

– Lezioni di musica con Luca Schieppati allo Spazio Fazioli: «Suoni dall’Est Europa»

La musica in Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Slovacchia, da Liszt a Penderecki.

– Concerti di musica e arte alla GAM e al Museo Poldi Pezzoli

– Concerti jazz all’Agorà BCG

– Concerti al Teatro Edi del Barrio’s

– Musica e letteratura nella Sala del Grechetto

– Concerti alla Società del Giardino

– Concerti nel Teatrino di Villa Medici Giulini a Briosco

– Festival di cinema sul tema dell’anno delle lezioni di musica, presso la Basilica di San Marco

 

Serate Musicali

Presentazione di Serate Musicali

In 40 anni le Serate Musicali vantano un Albo d’Oro di Artisti storici e di orchestre, definito “senza paragoni”, almeno in Italia e nella II° metà del secolo ventesimo, in quanto non vi è artista storico che non abbiano ospitato, sovente recuperando artisti che ormai evitavano Milano e l’Italia.

Senza le Serate Musicali, Milano non avrebbe ospitato negli ultimi loro anni di attività, Segovia, Fournier, Szeryng, Milstein, Celibidache, Arrau, Zecchi, Rampal, Gulda, Menuhin, Kogan, Zabaleta, Shafran, Rostropovic, Cherkasski, Tortellier, Boskowsky, Ricci, Bream, Navarra, Berganza, Stern, Perlman, De Larrocha, Perlemuter, Turek, Kempff,  Yo-Yo Ma, Rattle alla testa della “Birmingham”,  12 Concerti Storici di Richter; 7 con la Filarmonica di San Pietroburgo e Temirkanov , svariate volte Muti alla testa dei Wiener.

Ogni stagione ospita almeno 40 concerti in abbonamento, una decina di Straordinari, grandi nomi come Gil Shaham, Antonio Pappano, Martha Argerich, Vladimir Ashkenazy, Leonidas Kavakos, Natalia Gutman, Elisso Virsaladze, Andras Schiff, Shlomo Mintz, James Galway, Mario Brunello, Piotr Andersezwski, Salvatore Accardo, Uto Ughi, Steven Isserlis, Alexander Lonquich, Gidon Kremer, Giovanni Sollima, Yuri Bashmet.

manifesto SM x storia

 

Molti degli artisti scoperti e presentati da Serate Musicali sono divenuti stelle internazionali, come Hilary Hahn, Piotr Anderzewski, Freddy Kempf, Evgheny Sudbin, Sa Chen, Leonidas Kavakos, Ylia Gringolts… 

Attualmente le Serate Musicali continuano a svolgere il ruolo storico di ospitare i grandi nomi del concertismo internazionale e di presentare talenti giovani e giovanissimi in cui credono dall’Italia e dal mondo, come Andrea Bacchetti, Enrico Pompili, la russa Polina Leschenko, Umberto Clerici, il macedone Simon Trpceski, il lituano Vestard Shimkus, spesso propiziando il loro debutto italiano.

Le Serate Musicali godono di un pubblico molto affezionato, che sa di trovare nella loro programmazione il meglio del concertismo internazionale a Milano.Pubblico variegato per estrazione ed età, da quello di età media alta, affezionato ai grandi nomi di sempre, a quello dei più giovani, che seguono artisti dalle molte incisioni o divenuti anche didatti famosi.  Pubblico di provenienza in parte da Milano e in parte dall’hinterland, dove sono in atto rapporti con le Biblioteche civiche.  Collaborazione intensa con le scuole superiori e con le Universtà milanesi (Licei classici e scientifici, Politecnico,Statale, Bocconi .

Attenzione viene posta ai programmi, spesso monografici o comunque legati a una logica intrinseca.

Nel tempo sono stati eseguiti cicli integrali di grandi autori come Beethoven, Bach, Schubert, serate monografiche di Mozart, Haydn, Schumann, Ciakowski, Rachmaninov  sia in formazione cameristica che con Ensembles sinfonici.

Caro “Amico delle sette note” !

Pensi di “suonare CON ANIMA” come diceva il nostro amico CHERKASSKI ?
Pensi di suonare bene quasi come Horowitz, come Horowitz, (ottave a parte!)?

NON perdere tempo !

La MISCONOSCENZA, il COMMERCIALISMO, L’INGIUSTIZIA,
il chiudere gli occhi davanti al VERO, aprirli solo avanti alla MENZOGNA, (etc.)
“è la MALEDIZI0NE del nostro Tempo”.

Cosi diceva Leopold GODOWSKI! già lui lo diceva! Figurati!
Aveva torto? Dimmi: “Aveva torto”?

Manda subito il “TUO SUONO” alle”SERATE MUSICALI” !
Esse lo aspettano!

Come CHERKASSKI, sono “impazienti”!
Con Te, caro Sconosciuto, o forse caro Misconosciuto,
una NUOVA ETÀ dell’ORO potrebbe iniziare!
Chiama le “SERATE MUSICALI” !

Forse pensano ciò che pensi TU.

NIETSCHE dice: «La vita – senza la Musica – é un Errore!»
Noi aggiungiamo: «La Musica – senza verità – é un Errore!»

Caro AMICO! A PRESTO!! A subito!

H.F.

Sigla Pro Veritate

Ogni stagione di Serate Musicali è sempre idealmente dedicata ai  grandi DIMENTICATI e MISCONOSCIUTI del secolo!
Il russo CHERKASSKI

                      cherkassky

e il polacco FRIEDMAN,

T12662_Ignacy Friedman, Polish pianist

 

poeti – nel bene e nel male – dello strumento che fu di Chopin, la sua magia, la sua vita !

Le “SERATE MUSICALI” sono probabilmente anche l’unica Stagione al mondo che si dedica (fino in fondo!) ai grandi MISCONOSCIUTI e –con essi- ai grandi PERSEGUITATI storici!

Ricordiamo – come non potremmo? – il nostro grande SVIATOSLAV RICHTERrichter

 

che, a sua volta, rievocava le memorie di Odessa(!), la sua famiglia che attendeva, con ansia, il ritorno di “FRIEDMAN”, il “Nr. uno al mondo!”. E Sviatoslav e suo padre annuivano!
Ma con quest’anno 2014 e alla vigilia dello storico 2015, celebreremo l’EXPO a modo nostro con i nostri e i Vostri ricordi storici!

Dunque anche LILI KRAUS, MISCONOSCIUTA e PERSEGUITATA, o meglio MARTIRIZZATA (la prigionia di Giava!)!

kraus

Dunque anche MALIKA JONAS, MISCONOSCIUTA, SOPRAVVISSUTA all’occupazione della Polonia, degradata e risorta: le “sue” Mazurche di Chopin, in breve il “suo” Chopin (che vorremmo fosse il nostro!).Dunque anche RENATO COHEN, GENIO e MARTIRE!
Noi veneriamo la memoria del martire RENATO COHEN, di cui raccolsi le più tragiche testimonianze personalmente! Chi ne avesse di memorie o reliquie, ci dia notizia!

Di MALIKA JONAS, totalmente MISCONOSCIUTA, infinitamente più grande e VERA del suo maestro, il Presidente PADEREWSKI, veneriamo l’unica reliquia!

Più grande e VERA della stessa leggendaria MYRA HESS!
Intorno a noi: il Mondo che DISTRUGGE!
Il mondo che NON sa cosa conservare o cosa no!
NON é già questo un distruggere?

NIETSCHE dice: «Senza la Musica, la Vita sarebbe un Errore!».
Aggiungiamo: «Senza Reliquie, la Musica sarebbe un Errore!».
Volete conoscere le “nostre” Reliquie?
Se sì, potremo dire che “tra noi c’é comunione”!
E così parafraseremo CHERKASSKI !
Non furono forse la grande NEW YORK, la grande LONDRA, a rifiutare di  fatto la sua riabilitazione?
Non furono le piccole “SERATE MUSICALI” a riabilitarlo in extremis, mentre l’Italia Ufficiale proseguiva il suo GRAN RIFIUTO, come già aveva fatto con FRIEDMAN?
Raccogli, Tu che leggi, questo messaggio, che forse è già un SOS: arruolaTI nel piccolo esercito delle “SERATE MUSICALI”, sigla PRO VERITATE, sarai SOLDATO della VERITÀ!
H.F.