Category Archives: News

Due «baronetti» del pianoforte in concerto

Stanno lasciando un tale segno nella storia dell’interpretazione musicale, che la regina Elisabetta li ha designati baronetti. Ed entrambi li avremo a Milano, ospiti delle «Serate Musicali». Sir Andras Schiff è atteso lunedì in Conservatorio, e Sir Antonio Pappano, venerdì 3 marzo, al Teatro Dal Verme.

Due artisti molto legati a questa istituzione che in mezzo secolo d’attività ha creato una solida rete di concertisti-amici. Si va da Martha Argerich a Gidon Kremer, Yuri Bashmet, Alexander Lonquich, Frank Peter Zimmermann, Piotr Andersewski… nomi che regolarmente tornano: con lo spirito di chi si sente a casa, dunque non deve dimostrare più nulla: solo esprimersi.

Schiff frequenta le «Serate» da 30 anni, lo fa con programmi speciali, studiati ad arte, spesso si tratta di cicli, come l’integrale delle Sonate di Beethoven percorso nell’arco di due stagioni. Beethoven, i classici viennesi, il connazionale Bela Bartok sono i musicisti cari a Schiff. Che ha poi una venerazione e congenialità per Bach, ed è con pagine di Bach che suole aprire ogni dì, sorta di doccia o terapia del mattino. Il recital di lunedì è centrato su Schubert, due Sonate, Improvvisi e Drei Klavierstücke D946. Schiff è uno speciale interprete dell’animo – delicato ed errabondo – di questo poeta del pianoforte. Affronterà Schubert con quel sorriso di artista in pace con se stesso, avvicinandosi alla tastiera con passi tardi e lenti come se dovesse prepararsi alla lunga conversazione con il compositore che sta per incontrare. Pacatezza di un interprete che ha scelto i colli sinuosi di Fiesole come sua residenza, benché – a tacere della nascita e formazione ungherese – sia naturalizzo britannico. Interessante come interpreti il nostro Paese, dice di essere innamorato di Firenze che considera «l’anima dell’Italia, così come Roma rappresenta il cuore e Milano il cervello» osserva questo uomo amante del bello e di squisitezze. Schiff è l’equilibrio fatto persona, ma quando si scompone lo fa con la determinazione e la forza dirompente delle grandi personalità. Ha scritto lettere incisive alla stampa, quella che conta, comunicando il disappunto per la deriva verso l’estrema destra della nativa Ungheria: dove – ha detto – non intende esibirsi.

Anche il direttore e pianista Antonio Pappano non ebbe problemi a schierarsi fermamente contro la Brexit all’indomani del referendum choc. Pappano che è un po’ italiano, un po’ americano e un po’ londinese, è colui che ha dato un forte impulso alla Roma sinfonica, dal podio dell’Orchestra di Santa Cecilia. È poi il riferimento della Londra musicale, leader del Covent Garden. Una figura carismatica, d’una personalità fortemente empatica, capace di sintonizzare con musicisti, sovrintendenti, personalità delle città in cui opera. Direttore d’orchestra, però cresciuto a pane e pianoforte: strumento particolarmente amato per dialogare alla pari (e non da un podio) con i colleghi musicisti, spesso professori dell’orchestra di Santa Cecilia. Operazioni che gli riescono assai bene, è infatti fresco di un Grammy per il cd della Warner condiviso con il cantante Ian Bostridge, «Shakespeare Songs». Venerdì prossimo sarà al Dal Verme con il violoncellista Luigi Piovano, eseguiranno due Sonate di Brahms, e due composizioni in prima milanese scritte appositamente per il Duo. Gli autori sono Michele Dall’Ongaro e Riccardo Panfili.

Articolo pubblicato su www.giornale.it da Piera Anna Franini

 

Gala di capodanno

Domenica 1 Gennaio 2017 – ore 17.00
Sala Verdi del Conservatorio – Via Conservatorio, 12 – Milano

«Gala di Capodanno»

ORCHESTRA DEL TEATRO DELL’OPERETTA DI BUDAPEST
Direttore MONIKA SZABO
Soprano TIMEA VERMES
Tenore GERGELY BONCSER

Suoni del Danubio

 J. STRAUSS: Die Fledermaus: Ouvertüre,  Wiener Blut Walzer, Unter Donner  und Blitz polka
F. V. SUPPE: Dichter und Bauer Ouvertüre
J. STRAUSS: Egyptischer Marsch, Geschichten aus dem Wienerwald, Perpetum mobile polka, Kaiser Walzer, Éljen a magyar polka
J. BRAHMS: V° Ungarischer Tanz
E. KÁLMÁN: Gräfin Mariza: Grüß mir die Süßen
J. STRAUSS: Die Fledermaus: Csárdás, Annen polka
F. LEHÁR: Die lustige Witve: Lippen schweigen
J .STRAUSS: Tritsch-tratsch-polka
F. LEHÁR: Land des Lächens: Dein ist mein ganzes Herz, Zigeunerliebe: Hör’ ich Zymballklänge
E. KÁLMÁN: Gräfin Mariza: Komm Zigan, Die Csárdásfürstin: Sylva Auftritt
J. STRAUSS: An der schönen blauen Donau Walzer, Radeczky Marsch

Clavicembalista MICHELE BENUZZI

28 – 29 – 30 – 31 dicembre 2016 – ore 15.00museopoldipezzoli
Via Manzoni 12 – Milano MUSEO POLDI PEZZOLI
Clavicembalista MICHELE BENUZZI

Programma

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685-1750)

Fantasia e Fuga in la minore BWV 904
Suite aufs die Lautenwerke BWV 996: Passaggio (Presto), Allemanda, Courante, Sarabande, Bourrè, Gigue
Partita III in la minore BWV 827: Fantasia, Allemanda, Corrente,Sarabande, Burlesca, Scherzo, Gigue

WILHELM FRIEDEMANN BACH (1710-1784)

Polonaise in fa maggiore Falck 12/9
Polonaise in fa minore Falck 12/ 10
Fantasia in re minore Falck 19 (1770)

 

MICHELE BENUZZI

Ha ottenuto il “Diploma di Concertista” al Royal College of Music di Londra.
Nel 2003 ha vinto il terzo premio alla diciassettesima edizione dello “Yamanashi International Harpsichord Competition” in Giappone.
Ha promosso ed eseguito, insieme ad altri clavicembalisti, l’esecuzione Integrale delle Sonate di Domenico Scarlatti in un programma ciclico di concerti che si sono tenuti ad Annecy in Francia dal 1995 al 2002.
Ha fondato il gruppo strumentale “Arcomelo” con il quale approfondisce il repertorio della musica barocca e le problematiche legate all’esecuzione su strumenti d’epoca.
Con “Arcomelo” ha registrato per la casa discografica “La Bottega Discantica” di Milano un CD dedicato ai Concerti per clavicembalo e orchestra di C. Ph. E. Bach e uno dedicato ai Concerti per clavicembalo e orchestra e alle Sinfonie di W. F. Bach, entrambi accolti con entusiasmo dalla critica.
Con la flautista giapponese Mitsuko Ota ha registrato i Concerti per flauto e flautino di Antonio Vivaldi. Il CD è stato nominato disco del mese dalla rivista giapponese “The record geijutsu magarine” (maggio 2013).
Da solista ha registrato le Sonate di Domenico Scarlatti sul clavicembalo di Johann Adolf Hass del 1764 appartenente alla Collezione Russell di Edimburgo; per la casa discografica “London Independent Records” un CD dedicato a G. F. Händel su uno strumento di Daniel Dulcken del 1730 recensito come “altamente raccomandato” dalla critica specializzata (International Record Review: dicembre 2010).

Attualmente registra per la casa discografica Brilliant Classics che ha pubblicato un disco dedicato alle Fantasie e Sonate di J. W. Hässler su uno strumento di Robert Falkener del 1773, recensito come “Highest, highest recommendation” dalla rivista Americana Fanfare e premiato con le 5 stelle della critica della rivista Musica (luglio, agosto 2012).
Nel 2012 ha registrato l’Integrale delle Sei collezioni di musica da camera di J. A. Benda in un cofanetto di 6 CD ; l’anno successivo l’Integrale delle Sonate di J. Ch. Nichelmann.
Di recente uscita un CD dedicato alle Sonate di J. Gallès e i primi 4 dell’Integrale della Musica per tastiera di J. W. Hässler.
Nei programmi futuri la registrazione delle Sonate di J. E. Altemburg.
Apprezzato per l’espressività delle sue esecuzioni e per la bellezza del suono è invitato come solista in Europa, Asia, Australia e Nuova Zelanda.
SI RACCOMANDA VIVAMENTE DI SPEGNERE I TELEFONI CELLULARI
SONO VIETATE REGISTRAZIONI AUDIO VIDEO

Pianista ENRICO POMPILI

Giovedì 22 dicembre 2016 – ore 17.00
Spazio Scopricoop – Via Arona, 15/a

 Programma

L.  V. BEETHOVEN 
Sonata in sol maggiore op. 14 n. 2: Allegro; Andante; Scherzo: Allegro assai
Sonata in sol maggiore op. 31 n. 1: Allegro vivace; Adagio grazioso; Rondò: Allegretto
Sonata in fa diesis maggiore op. 78: Adagio cantabile; Allegro non troppo; Allegro vivace
Sonata in mi maggiore op. 109: Vivace ma non troppo; Prestissimo; Gesangsvoll, mit innigster Empfindung. Andante molto cantabile ed espressivo

ENRICO POMPILI

Nato a Bolzano, si è imposto giovanissimo all’attenzione del mondo musicale internazionale nel 1989, con la vittoria del primo premio assoluto al Concorso “Opera Prima – Philips” di Milano, grazie a cui ha inciso un CD solistico. In seguito è stato finalista al concorso internazionale di Dublino, ha vinto il secondo premio al concorso di Hamamatsu e nel 1995 ha trionfato alla XII edizione del Concorso Internazionale “Paloma O’Shea”di Santander (con Alicia de Larrocha presidente della giuria), ottenendo il “Premio de Honor” e il Premio speciale per la musica contemporanea. Ha intrapreso gli studi pianistici con Andrea Bambace presso il Conservatorio di Bolzano, diplomandosi con lode e menzione d’onore. Si è poi perfezionato con Franco Scala, Alexander Lonquich, Lazar Berman e Boris Petrushansky all’Accademia pianistica “Incontri col Maestro” di Imola, conseguendo lo speciale diploma di “Master” per i particolari meriti artistici; successivamente ha preso parte ai corsi tenuti da William Grant Naboré, Andreas Staier, Leon Fleisher, Fou Ts’ong, Dmitri Bashkirov, Caroline Gautier e Claude Frank presso la Theo Lieven Piano Foundation di Cadenabbia e, con W. G. Naboré, un master in Music Performing presso il Conservatorio di Lugano. Ha effettuato tournées in molti Paesi europei (Italia, Austria, Svizzera, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Gran Bratagna, Irlanda, Slovacchia) ed extraeuropei (Stati Uniti, Cina, Giappone, Argentina, Venezuela, Colombia, Uruguay, Ecuador, Cile, Panama, Rep. Dominicana). Ha collaborato con numerose orchestre, tra cui la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, l’Orpheus Chamber Orchestra di New York, la Filarmonica di Varsavia, l’Orchestra Nazionale di Spagna, l’Orchestra Sinfonica di Teplice (Rep. Ceca), la “Haydn” di Bolzano e Trento, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra “Verdi” di Milano. Ha preso parte a molti dei più importanti festival italiani, quali la Sagra Malatestiana di Rimini, le Settimane Musicali Meranesi, Settimane Musicali di Stresa, Festival “MiTo”, Festival Milano – Londra – Mosca – New York. Nel 2015 ha partecipato al Progetto Martha Argerich di Lugano e, recentemente, al N.T.U.E. Festival di Taipei. Collabora regolarmente con Serate Musicali di Milano, per cui ha realizzato vari cicli di concerti tra cui “Suoni e profumi del Mediterraneo”, dedicato alla musica spagnola e francese; l’integrale dei Concerti per tastiera di Bach insieme ai pianisti Andrea Bacchetti e Roberto Prosseda e numerosi recitals e concerti con orchestra (tra cui i due di Chopin in un’unica serata nel maggio 2014). Ha inciso l’Integrale delle opere pianistiche del compositore argentino Alberto Ginastera, due monografie del compositore bresciano Alberto Bonera, opere pianistiche del compositore statunitense Michael Glenn Williams e l’Integrale pianistica del compositore milanese Niccolò Castiglioni.

SI RACCOMANDA VIVAMENTE DI SPEGNERE I TELEFONI CELLULARI

SONO VIETATE REGISTRAZIONI AUDIO VIDEO

Concerto di Natale a favore di OSF

Mercoledì 21 dicembre alle ore 20.30, Teatro Dal Verme : CONSORT dell’ORCHESTRA BAROCCA di VENEZIA – mandolinista AVI AVITAL

Cari Amici,

anche quest’anno siamo felici di essere al fianco dell’ Opera San Francesco, di cui tutti conosciamo il prezioso lavoro quotidiano, per il concerto di Natale, che si svolgerà mercoledì 21 dicembre alle ore 20.30, al Teatro Dal Verme e che, dopo lo strepitoso successo dello scorso anno, vede il ritorno del favoloso mandolinista AVI AVITAL, accompagnato dal CONSORT dell’ORCHESTRA BAROCCA di VENEZIA.

Programma:

A. CORELLI Concerto grosso in sol minore, Op. 6, n. 8, “Fatto per la notte di Natale” per 2 violini violoncello e archi Vivace- Grave, Allegro, Adagio-Allegro-Adagio, Vivace, Allegro, Pastorale         

A. VIVALDI  Sinfonia in do maggiore per archi e basso continuo, RV 114 Allegro, Largo, Ciaccona; Concerto per mandolino, archi e basso continuo in sol maggiore, dall’„Estro armonico“, op. 3 n. 12 , RV 310 (originale per violino) Allegro, Largo, Allegro

J. S. BACH  Concerto in sol minore per mandolino archi e basso continuo, BWV 1056 (originale per violino) Allegro moderato, Largo, Presto

                                                                       ****************

F. MANFREDINI   Concerto grosso in do maggiore, op. 3 n. 12″Pastorale per il Santissimo Natale” Largo, Largo, Allegro

E. BARBELLA Concerto in re maggiore per mandolino e archi Allegro ma non presto, Andantino, Giga

J. S. BACH Concerto in la minore per mandolino, archi e basso continuo, BWV 1041 (originale per violino) Allegro moderato, Andante, Allegro assai

G. ROSSINI  Ouverture del “Barbiere di Siviglia” nella trascrizione di Denis Feletto

 

I nostri Abbonati  e Amici possono acquistare i biglietti presso la nostra biglietteria (tel. 02 29409724; biglietteria@seratemusicali.it) senza pagare il sovraprezzo per la prevendita al costo di

20 euro (III° settore), 15/10 euro (IV° settore).

Contiamo su di voi!

SERATE MUSICALI

Finalissima concorso COOP

Sabato 17 Dicembre ore 20:30,Teatro Dal Verme via San Giovanni sul muro 2, Milano

Cari Amici,

nell’ottica di contribuire alla formazione dei giovani musicisti, anche quest’anno collaboriamo nell’organizzazione del Concorso Coop 2016, che si è strutturato in tre sezioni: canto a Milano, pianoforte a Brescia e musica da camera a Cremona, con la partecipazioni di moltissimi concorrenti internazionali.

 I vincitori delle tre sezioni si sfideranno per vincere un superpremio in un concerto, che avrà luogo al Teatro Dal Verme sabato 17 dicembre alle ore 20,30.

Il pubblico potrà votare il suo vincitore preferito, che conquisterà così il premio SERATE MUSICALI, consistente in un concerto entro la fine del 2017.

I concorrenti – tra cui scegliere il supervincitore –  sono:

Pianoforte: Keigo Mukawa, giapponese. vincitore di molti concorsi, già solista in patria e attualmente perfezionando a Parigi.

Canto: Jessie Tse, soprano britannica di origini cinesi, con al suo attivo varie produzioni con ruolo da protagonista

Musica da Camera: Duo Asap (Almuth Siegel & Ágnes Pusker, violini), un insolito duo creato da due valenti violiniste che, oltre all’attività individuale da soliste, si prodigano a portare la musica a chi non può accedervi, offrendo un repertorio trascritto appositamente.

 

Segui questo link per ulteriori informazioni

Incontri di musica con l’arte e la letteratura

1 Dicembre ore 18, Biblioteca Sormani, Sala del Grechetto

Miguel Cervantes e la musica del suo tempo

Luca Scarlini: Narratore
Alberto Mesirca: chitarra

Programma

Anonimo: Canto mozarabico della Cattedrale di Toledo
Luys De Narvaez: Cancion del Emporador sobre Mille Regretz
Alonso Mudarra: Fantasia que contrahaze la harpa en la manera de Lodovico
Gaspar Sanz: Pavana, Jacaras, Canarios
Domenico Scarlatti: Sonata in Fa minore K466
Fernando Sor: Estudio
Antonio Josè: Dalla Sonata: Allegro moderato

Scarica il libretto di sala

Segui questo link per ulteriori informazioni

luca_schieppati

Lezioni concerto di Luca Schieppati (III)

29 Novembre – Terzo incontro per le lezioni concerto di Luca Schieppati.

Otto lezioni concerto di Luca Schieppati
In modo russico: La musica in terra di Russia da Glinka e Shostakovich

Le lezioni si terranno presso l’Istituto dei Ciechi – via Vivaio 7 – Sala Stoppani- ore 18.00

 

  • 29 Novembre   Il possente Gruppetto (2): Mussorgsky, Rimsky Korsakov

Segui questo link per ulteriori informazioni

luca_schieppati

Lezioni concerto di Luca Schieppati (II)

15 Novembre – secondo incontro per le lezioni concerto di Luca Schieppati.

Otto lezioni concerto di Luca Schieppati
In modo russico: La musica in terra di Russia da Glinka e Shostakovich

Le lezioni si terranno presso l’Istituto dei Ciechi – via Vivaio 7 – Sala Stoppani- ore 18.00

 

  • 15 Novembre    Il Possente Gruppetto (1): Borodin, Balakirev, Cui

Segui questo link per ulteriori informazioni

Pianista Jeffrey Swann

Amici degli Serate Musicali   e  Spazio Teatro 89

amici spazio-teatro-89

Serate Musicali e gli “Amici delle Serate Musicali, in collaborazione con Spazio Teatro 89,  celebrano il 400° anniversario di William Shakespeare con un Artista perfettamente a suo agio sia nella musica che nella letteratura, il poliedrico statunitense (milanese d’adozione) Jeffrey Swann, impegnato in un programma ispirato dai drammi del Bardo. I concerti di Swann sono sempre momenti di grande coinvolgimento per il pubblico, sia per il calore delle sue interpretazioni, sia grazie alla sua capacità di introdurre il repertorio eseguito con uno stile che unisce il brio di una conversazione all’efficacia di una guida all’ascolto in una ben calibrata alternanza di stimolanti riflessioni e brillante aneddotica.

Spazio Teatro 89 –  via Fratelli Zoia 89  – Milano

Domenica 23 ottobre 2016 – ore 17.00

Programma

Ludwig van Beethoven:  Sonata op. 31 n.2 «La Tempesta», Largo – Allegro; Adagio; Allegretto

Sergei Prokofiev: 8 Scene da «Romeo e Giulietta» op.75: Arrivo degli ospiti; Giulietta fanciulla; Maschere; Montecchi e Capuleti;  Frate Lorenzo; Mercuzio; Danza delle ragazze con i gigli;L’ultimo addio di Romeo e Giulietta

Bedřich  Smetana: «Macbeth e le Streghe»

Claude Debussy:   dai Préludes, Première livre: XI «La danse de Puck»

Franz Schubert /Franz Liszt: Ständchen dal Cimbelino di Shakespeare

Felix Mendelssohn /Franz Liszt: Marcia nuziale e danza degli elfi da «Sogno di una notte di mezz’estate»

Biglietti: Intero € 7,00 – Ridotto € 5,00

 

JEFFREY SWANN

Nato nel 1951 a Williams, in Arizona, Jeffrey Swann ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di quattro anni ed è stato allievo di Alexander Uninsky alla Southern Methodist University di Dallas. Ha conseguito il Bachelor, il Master e il Doctor of Music presso la Juilliard School, sotto la guida di Beveridge Webster e Adele Marcus. Numerosi sono i riconoscimenti ottenuti da Jeffrey Swann in campo internazionale, tra i quali sono da ricordare il 1. Premio alla I. edizione del Premio Dino Ciani al Teatro alla Scala di Milano, la medaglia d’oro al Concorso Reine Elisabeth di Bruxelles e il massimo dei riconoscimenti ai Concorsi Chopin di Varsavia, Van Cliburn, Vianna da Motta e Montreal. Da allora la sua carriera si è affermata con successo non solo negli Stati Uniti, ma anche in Europa: più volte ospite del Festival di Berlino, della serie “Grands Interpretes/ Quatre Etoiles” di Parigi, Swann ha suonato in tutte le principali città europee. Suona spesso anche in America latina e in Asia. Jeffrey Swann ha un vasto repertorio che comprende più di 60 concerti e opere solistiche, che vanno da Bach a Boulez e dall’integrale delle Sonate di Beethoven alle trascrizioni del tardo Ottocento. È inoltre un appassionato di letteratura e di arti visive ed è alla ricerca costante di nuove strade per dare ai suoi programmi un più profondo significato culturale. A questo scopo egli spesso propone programmi a tema e, quando ne ha l’opportunità, completa le sue esecuzioni con commenti e illustrazioni. Jeffrey Swann è anche apprezzato compositore: ha infatti studiato composizione con Darius Milhaud all’Aspen Music Festival, dove ho vinto il primo premio. Particolarmente interessato alla musica contemporanea, ha eseguito in prima mondiale la Seconda Sonata per pianoforte di Charles Wuorinen al Kennedy Center di Washington ed ha registrato per la Music & Arts varie composizioni contemporanee, tra le quali la Sonata nr. 3 di Boulez. Ha creato il Concerto per pianoforte e orchestra di Marco di Bari alla RAI di Torino. Suonerà l’integrale delle Françoise Variationen di Franco Donatoni in un récital alla Scala di Milano nel novembre 2011. Jeffrey Swann ha registrato per Ars Polona, Deutsche-Grammophon, RCA-Italia, Replica, Fonit-Cetra, Music & Arts, Arkadia e Agorá. Il suo CD The Virtuoso Liszt (per Music & Arts) ha vinto il Gran Premio della Liszt Society e il primo volume dell’integrale delle Sonate di Beethoven (per Arkadia/Agorá) è stato giudicato uno dei migliori dell’anno dal giornale Fanfare. Dal 2007 Jeffrey Swann è il Direttore Artistico del Festival Dino Ciani a Cortina d’Ampezzo; dal 2010 è Professore di pianoforte alla New York University; e dal 2013 è direttore artistico dei Concerti della Scuola Normale di Pisa. Jeffrey Swann è ospite di Serate Musicali dal 1975 ed è stato ospite di Spazio Teatro 89 in qualità di giurato del Premio Cherkassky 2010.

 

Vedi i prossimi concerti degli Amici

Vedi tutte le Attività degli amici