Archivio Categorie: News

«PAGANINI, divo e manager»

Mercoledì 27 Giugno 2018, ore 21:00
SOCIETÀ DEL GIARDINO – SALONE  D’ORO – Via San Paolo, 10 – Milano

societa giardino new logo                            

Maggiori dettagli sull’evento

 

FRANCESCA BONAITA Diplomata a diciassette anni con lode presso il Conservatorio Verdi di Milano, vincendo il Premio Pina Carmirelli quale miglior violinista dell’anno accademico, si perfeziona con Sergej Krylov, consegue il Master of Arts in Music Performance presso il Conservatorio della Svizzera Italiana e ivi ammessa al selettivo Corso di Laurea per solisti Master of Arts in Specialized Music Performance. Dal 2014 frequenta i corsi dell’Accademia Stauffer e Chigiana con Salvatore Accardo. Con il debutto alla Carnegie Hall di New York, ha intrapreso un’intensa attività solistica e cameristica per prestigiosi Teatri e rassegne in Italia e all’estero, in Germania, Austria, invitata a suonare al Musikverein di Vienna, in Svizzera, Francia, Inghilterra, Grecia, Romania e negli USA. È vincitrice di primi premi e assoluti in numerosi concorsi internazionali tra cui Soloist Vienna, Grand Prize Virtuoso Vienna 2017, 10th Loutraki International Competition, VII Premio Francesco Geminiani, European Music Competition Moncalieri, Premio Crescendo Firenze, XIX Rassegna Migliori Diplomati d’Italia Castrocaro, VI Concorso Fondazione Milano “C. Abbado”, XI Premio E.Cremonesi, XIX Valtidone International Competition, Solista e Orchestra Senzaspine con il Concerto di Ciaikovski. Le è stato assegnato il Premio Italia Giovane 2016, con il Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali.

MARCO PANZARINO Nato a Milano, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “A.Boito”di Parma con E. Tagliavini e successivamente ha frequentato i corsi di perfezionamento di A. Ponce. Si è laureato in Materie Letterarie all’Università Cattolica di Milano con una tesi in Musicologia. Ha conseguito il Diploma Accademico di Secondo Livello in Chitarra con il massimo dei voti al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con P. Cherici. Ha vinto numerosi concorsi tra cui l’“Auditorium” della RAI a Torino e il Concorso “Città di Parma”, eseguendo il Concerto per chitarra e orchestra d’archi di F. Margola.  Ha svolto intensa attività concertistica, sia come solista, che in formazioni cameristiche, presso Istituzioni italiane quali: Gioventù Musicale, Piccola Scala, Serate Musicali, Circolo della Stampa di Milano, Piccolo Regio di Torino, Autunno Musicale di Como, Sala Bossi di Bologna, San Filippo di Genova, Basilica dei Frari per il Carnevale Venezia, Teatro Regio di Parma e all’estero in Svizzera e Germania. Ha inciso per la casa editrice San Paolo. Unisce all’attività artistica quella didattica come docente di chitarra presso l’Istituto Comprensivo a indirizzo musicale “Q. di Vona” di Milano.

Torna in Italia un raro violoncello di Giuseppe Guarneri Filius Andreae


Grazie a Luigi Piovano torna in Italia un raro violoncello di Giuseppe Guarneri Filius Andreae

La casa d’aste Tarisio affida al violoncellista e direttore d’orchestra Luigi Piovano il prezioso violoncello Giuseppe Guarneri, filius Andreae, costruito a Cremona nel 1712.
La presentazione ufficiale dello strumento è prevista in occasione del concerto del Maestro Piovano in calendario nella stagione delle Serate Musicali

il 25 maggio al Conservatorio di Milano.

Milano, 14 maggio 2018

Dopo decenni trascorsi all’estero, torna in Italia un testimone dell’eccellenza raggiunta dalla liuteria cremonese del Settecento, un raro violoncello firmato Giuseppe Guarneri, figlio di Andrea Guarneri. Lo strumento affidato al violoncellista e direttore d’orchestra Luigi Piovano ha un’importanza storica notevole come documentano i fratelli Hill (esponenti della famiglia dei più importanti collezionisti inglesi) che lo citano nel loro studio The Violin Makers of the Guarneri Family (Londra, 1931), considerandolo un “esempio rappresentativo del lavoro del maestro”.

«Sono onorato di questo affidamento – dichiara il maestro Piovano – che per me rappresenta un sogno che si avvera. Da bambino, nella mia stanza, avevo un poster di un violoncello Guarneri e ogni volta che lo guardavo, sognavo, un giorno, di poterlo suonare. Ecco, quel giorno è arrivato ed è come se fosse rientrato in Italia un quadro di Caravaggio, qui, tra le mie mani… incredibile. Non smetterò mai di ringraziare Tarisio nelle persone dei suoi responsabili Jason Price e Carlos Tome, per questa opportunità».

I Guarneri, gli Stradivari, gli Amati sono le famiglie che hanno innalzato la scuola cremonese ai più alti livelli nella storia della liuteria.

I violoncelli di Giuseppe Guarneri, figlio di Andrea Guarneri, sono molto rari e assai ricercati dai musicisti per il loro suono incredibile e per la loro raffinata bellezza. Non è possibile definire con certezza quanti violoncelli abbia costruito, ma si stima che oggi siano solo una cinquantina gli esemplari originali in tutte le loro parti.

Il violoncello ora affidato al maestro Piovano, ha conservato le dimensioni originali, non è stato ridotto o ingrandito ed è originale in tutte le sue parti, così com’è originale la quasi totalità della vernice e l’etichetta.
Nella sua storia ha accompagnato solisti di grande talento in numerose registrazioni discografiche per le più prestigiose etichette internazionali, grazie alle peculiarità del suono.
«Lo strumento è mozzafiato – sottolinea Luigi Piovano – è “suono puro”, pura emozione, velluto, a volte malinconico. In poche parole, unico».

Dialogo in forma di concerto II Incontro

Mercoledì 18 Aprile Marzo ore 20:30
Aula Magna dell’Università Cattolica – L.go Gemelli 1 – Milano

violinista Fulvio LUCIANI
pianista Massimiliano MOTTERLE
A cura di Enrico Reggiani

Maggiori dettagli sull’evento qui

Milano, Maxim Vengerov il fuoriclasse del violino torna a suonare dopo anni di stop

Standing ovation e quattro bis al Dal Verme per l’artista, applauditissimo negli anni ’90, bloccato nel 2007 da un problema a una spalla e assente da Milano da 12 anni

Infine, il ritorno. Graduale, ma irresistibile. Straordinario, ritrovare ora anche a Milano il suono inconfondibile di Vengerov, che si conferma il «numero uno», non meno del suo leggendario strumento, un pezzo di storia della cultura europea: lo Stradivari 1727 appartenuto a Rodolphe Kreutzer, il violinista francese al quale nel 1805 Ludwig van Beethoven dedicò una Sonata in a maggiore, che da allora si chiama «Sonata a Kreutzer», e che a sua volta ha ispirato l’omonimo racconto di Tolstoj. Ospite delle «Serate Musicali» con la pianista Polina Osetinskaya, il grande solista «ritrovato» ha affascinato il Dal Verme con le Sonate op. 78 e op. 108 di Brahms, un Brahms denso e fluido, dal respiro lungo e mesto, con un’infinita gamma di piano e pianissimo, e poi filati e legati stupefacenti, un canto immacolato e flautato. Prima di scatenarsi nelle pirotecnie dei «Palpiti» di Paganini, scintillio e cinguettio di sovracuti, ma sempre imbevuto di belcanto italiano. Applausi a non finire, standing ovation e ben quattro bis: due funambolici bozzetti di Kreisler («Caprice Viennois» e «Tambourin Chinois»), la «Danza Ungherese» n. 2 di Brahms e una sognante, delicatissima «Méditation» da «Thais» di Massenet.

Musica dalle tenebre “Il Gotico in musica”

Mercoledì 28 Marzo 2018 ore 18.00
Palazzo Sormani – Sala del Grechetto – Via F. Sforza, 7 – Milano

II° incontro in occasioone dei 200 anni dalla nascita di Charles Gounod (1818), il suo Faust continua a girare il mondo, riassumendo per scorcio la problematica filosofica del grande poema di Goethe.
L’opera, rappresentata a Parigi nel 1859, ebbe enorme successo: di quella e di altri patti faustiani, tratterà il racconto, tra Goethe, Lenau, Gounod e Tomasi di Lampedusa, con le musiche di Liszt e Liszt-Gounod.

Narratore Luca Scarlini
Pianista Scipione Sangiovanni

Maggiori dettagli sull’evento

LUCA SCARLINI 

Scrittore, drammaturgo, performance artist, laureato in storia dello spettacolo a Firenze, insegna tecniche narrative alla Scuola Holden di Torino e ha collaborato con numerose istituzioni teatrali italiane ed europee (National Theatre di Londra, Festival MITO, compagnia Lod a Ghent, Festival Opera XXI ad Anversa, La Batie a Ginevra).

Scrive per la musica e per la danza; tra i suoi lavori recenti la drammaturgia per King Arthur di Dryden/Purcell per la messinscena ed esecuzione di Motus con Sezione Aurea.

Dal 2004 al 2008 è consulente artistico del Festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano.  È stato direttore artistico di TTv a Bologna, ha coordinato le attività della Capitale Mondiale del Libro a Torino. Ha insegnato Storia della Moda all’Accademia di Brera e a IED Moda a Milano, Barcellona e Firenze. Ha collaborato alle mostre Ispirazioni e visioni e Marilyn al Museo Ferragamo di Firenze e ha ripubblicato La penultima moda di Alfredo Panzini.

Ha scritto numerosi saggi sulla relazione tra la moda e le arti, pubblicati in italiano e inglese. Tra i suoi libri recenti: Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), Sacre sfilate (Guanda), dedicato alla moda in Vaticano, Un paese in ginocchio (Guanda), La sindrome di Michael Jackson (Bompiani), Andy Warhol superstar (Johan and Levi), Siviero contro Hitler (Skira), Memorie di un’opera d’arte (Skira). È stato il coordinatore del programma “Museo Nazionale” di Radio3. Colabora con Serate Musicali per diversi progetti alla Società del Giardino, alla GAM e alla Sala del Grechetto della Biblioteca Sormani di Milano.

…………………………………………………………………………………………………………

SCIPIONE SANGIOVANNI

Vincitore del Rina Sala Gallo di Monza e dello Svetislav Stancic di Zagabria, è stato premiato al Premio Jaen, al Maria Canals di Barcellona, al Tbilisi International Piano Competition, al Concurso de Musica da Cidade do Porto, allo José Iturbi di Valencia e allo Scottish di Glasgow. È stato selezionato per le finali dei Concorsi: Van Cliburn, Gina Bachauer, Cleveland e William Kapell. Nel febbraio 2014 conquista inoltre il 1° premio al Debut International Piano Competition, riconoscimento che gli apre le porte della Carnegie Hall di New York.

È regolarmente invitato a tenere recital per Serate Musicali e Furcht Pianoforti di Milano, l’Associazione Chopin di Lione, la Gioventù Musicale d’Italia; si è inoltre esibito per la HRT (la Rai Croata), per la Società del Quartetto di Bergamo, per il Trasimeno Music Festival, per il Festival du Vigan e per il Lago Maggiore Festival. Si è esibito al Teatro La Fenice di Venezia, il Teatro Bibiena di Mantova, il Mozarteum di Salisburgo, il Palau de la Musica di Barcellona, la Casa da Musica di Porto, il Megaron Mousikis di Atene, la Lisinski Hall di Zagabria, la Salle Cortot di Parigi, l’Università La Sapienza di Roma, la Sala Verdi del Conservatorio di Milano e la Weill Recital Hall della Carnegie Hall di New York.

Nel 2015, in occasione del 330° anniversario della nascita di Johann Sebastian Bach, ha tenuto un recital presso il Museo del Teatro alla Scala di Milano sul pianoforte di Franz Liszt. Ha collaborato come solista con l’Orchestra della Radio – Televisione Croata, con l’Orchestra Sinfonica “Giuseppe Verdi”  di Milano, con la Royal Philharmonic Concerto Orchestra di Londra e con l’Orchestra Sinfonica Nazionale di Porto. Le sue registrazioni sono state trasmesse da Radio Catalunya, BR – Klassik, Radio Vaticana e Radio 3.

Parallelamente all’attività concertistica, si dedica con passione all’insegnamento: ha tenuto masterclass sulla musica di Bach all’Accademia di Musica di Zagabria e all’Istituto “Vecchi – Tonelli” di Modena.

La sua discografia solistica comprende l’incisione della propria trascrizione de Le Quattro Stagioni di Vivaldi, nonché un disco dedicato a Bach, allegato – nel gennaio 2016 – alla rivista Suonare News. Ha recentemente trascritto per pianoforte solo anche le Quattro Stagioni Porteñe di Piazzolla, eseguite in prima assoluta al Festival Echos del Monferrato e presso le Gallerie d’Italia di Milano per Pianocity.

È ospite regolare di Serate Musicali – Milano dal 2009.

Clavicembalista Michele Benuzzi

Domenica 18 Marzo ore 16:30
Museo Poldi Pezzoli, Via Manzoni 12 – 20121 Milano

museopoldipezzoli

 

Maggiori informazioni sull’evento qui

MICHELE BENUZZI ha ottenuto il “Diploma di Concertista” al Royal College of Music di Londra  nel 2003 ha vinto il terzo premio alla diciassettesima edizione dello “Yamanashi International Harpsichord Competition” in Giappone.

Ha promosso ed eseguito, insieme ad altri clavicembalisti, l’esecuzione integrale delle Sonate di D. Scarlatti in un programma ciclico di Concerti che si sono tenuti ad Annecy in Francia dal 1995 al 2002.

Ha fondato il gruppo strumentale “Arcomelo” con il quale approfondisce il repertorio della musica barocca e le problematiche legate all’esecuzione su strumenti d’epoca.

Con Arcomelo ha registrato per la casa discografica “La Bottega Discantica” di Milano un CD dedicato ai concerti per clavicembalo e orchestra di C.Ph.E.Bach, e uno ai concerti per clavicembalo e orchestra e alle Sinfonie di W.F.Bach, entrambi accolti con entusiasmo dalla critica.

Con la flautista giapponese Mitsuko Ota ha registrato i Concerti per flauto e flautino di A.Vivaldi. Il CD è stato nominato disco del mese dalla rivista giapponese “The record geijutsu magarine” (maggio 2013).

Da solista ha registrato le Sonate di D.Scarlatti sul clavicembalo di Johann Adolf Hass del 1764 appartenente alla Collezione Russell di Edimburgo; per la casa discografica “London Independent Records” un CD dedicato a G.F.Händel su uno strumento di Daniel Dulcken del 1730 recensito come “altamente raccomandato” dalla critica specializzata (International Record Review: dicembre 2010).

Attualmente registra per la casa discografica Brilliant Classics che ha pubblicato un disco dedicato alle Fantasie e Sonate di J.W.Hässler su uno strumento di Robert Falkener del 1773, recensito come “Highest, highest recommendation” dalla rivista Americana Fanfare e premiato con le 5 stelle della critica della rivista Musica (luglio, agosto 2012).

Nel 2012 ha registrato l’Integrale delle sei collezioni di musica da camera di J. A. Benda in un cofanetto di 6 CD; l’anno successivo l’Integrale delle Sonate di J.Ch. Nichelmann.

Di recente uscita un CD dedicato alle Sonate di J. Gallès e i primi 4 dell’Integrale della musica per tastiera di J.W.Hässler.

Nei programmi futuri la registrazione Integrale dell’opera clavicembalistica di J.L.Krebs, le Sonate di J.E.Altenburg e l’Integrale delle Sonate di Ch.S.Binder.

Apprezzato per l’espressività delle sue esecuzioni e per la bellezza del suono è invitato come solista in Europa, Asia, Australia e Nuova Zelanda.

Collabora con Serate Musicali da molti anni; lo scorso anno ha già riscosso molto successo al Museo Poldi Pezzoli con una serie di concerti bachiani di fine anno.

ORCHESTRA FILARMONICA DI STATO DI ARAD

Mercoledì 14 Marzo ore 20:30
Teatro  Dal Verme – Via San Giovanni sul Muro, 2

Direttore GIORGIO RODOLFO MARINI
Pianista CARLO LEVI MINZI

in collaborazione con la Fondazione Jupiter

Maggiori dettagli sull’evento qui

Dialogo in forma di concerto

Martedì 13 Marzo ore 20:30
Aula Magna dell’Università Cattolica – L.go Gemelli 1 – Milano

Violoncello Luca Franzetti
A cura di Enrico Reggiani

Maggiori dettagli sull’evento qui

Violinista ANCA VASILE Pianista ALESSANDRO TREBESCHI

Mercoledì 14 Febbraio 2018, ore 21:15
SOCIETÀ DEL GIARDINO – SALONE  D’ORO – Via San Paolo, 10 – Milano

societa giardino new logo                            

 

Maggiori dettagli sull’evento

ANCA VASILE: Nata in Romania inizia lo studio del violino all’età di 4 anni presso la sua città natale, frequentando successivamente il liceo musicale “George Enescu” e l’Università Nazionale di Musica a Bucarest fino al 2005. Nel 2006 inizia gli studi all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, iscrivendosi al corso di Alto Perfezionamento di violino, studiando con Domenico Nordio e diplomandosi successivamente nel 2009.

Vince 9 premi nazionali in Romania e 3 premi internazionali, l’ultimo dei quali vinto nella categoria solisti “Rovere d’Oro 2010”. Ha partecipato a concorsi internazionali quali il “Queen Elisabeth” a Bruxelles e il “Violin Masters” a Montecarlo.

Ha suonato, come solista, con le orchestre nazionali di Bucarest, Ramnicu Valcea e Galati. Ha partecipato alle masterclass di Yuri Torcinsky, Mark Lubovsky, Nabueko Aseada, Giulio Franzetti, Kim Nam Num, Yvry Gitlis, Stefan Gheorghiu, Helena Bondarenko. Dal 2012 insegna violino propedeutico presso il Conservatorio di Brescia e Darfo. Collabora con le Orchestre della provincia di Brescia e del Festival Pianistico “Benedetti Michelangeli”.

Nel 2015 ha vinto l’audizione di violino per l’orchestra di Bolzano e Trento, nel 2016 l’audizione per l’orchestra del Teatro Comunale di Bologna. Vincitrice nel 2017 del Concorso all’Opera di Roma e semifinalista nel concorso per il ruolo di spalla dell’Orchestra Haydn di Bolzano nel 2016.

Suona in Duo con il pianista Enrico Pompili, con il quale ha registrato due CD con le musiche di Alberto Bonera e suona in varie formazioni cameristiche.

…………………………………………………………………………………………………………………………………..

ALESSANDRO TREBESCHI: Si diploma presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova e nel frattempo  prosegue i propri studi presso l’Università di Brescia dove nel 2003 si laurea in Economia Politica e all’Università di Pavia dove si laurea in Economia Internazionale nel 2006.É stato allievo di Rinaldo Rossi, Cristiano Burato e Piernarciso Masi.

Dopo un lungo periodo di inattività pianistica, ha ottenuto riconoscimenti al “Maria Canals” di Barcellona, al “Europeen Piano Competition” di Le Havre, al “Premio Iturbi” di Valencia, oltre ad affermarsi in altri concorsi nazionali e internazionali. Si è poi esibito in Polonia, Moldavia, Macedonia, Spagna, Germania, Giappone come artista Kawai. Ha suonato al Teatro Grande di Brescia, al Teatro Bibiena di Mantova, nella Sala Verdi di Milano etc…

Promotore e direttore artistico del Concorso lirico “Bazzini” di Montichiari (Brescia), è stato membro di giuria nel Concorso lirico “Coop Awards” di Milano nel 2016 e nel 2017.

Insegna pianoforte ed è direttore artistico dell’Accademia “A.Vivaldi” di Carpenedolo (BS). Ha fatto inoltre parte, come pianista e insegnante, del progetto “European piano program 2010 – 2011” patrocinato dal Parlamento Europeo. Ha scritto e diretto per Terres des Hommes e la Commissione Europea, il progetto triennale “Music bridges West Bank, Italy and France” che ha coinvolto più di 5000 bambini.

Ha ideato una ventina di progetti e spettacoli per le scuole. Svolge un’intensa attività di Maestro collaboratore accompagnando numerosi cantanti con i quali regolarmente si esibisce in concerti e recital. Ha lavorato da Maestro di sala con il Teatro del “Maggio Fiorentino” a Firenze, il Teatro Grande di Brescia e altri teatri. É accompagnatore delle classi di canto del Conservatorio di Milano. È stato ripetutamente ospite di Serate Musicali – Milano, sia in Conservatorio che alla Società del Giardino.

“2017/2018” una nuova Stagione

  

Martedì 31 Ottobre 2017 – ore 21:00 presso Società del Giardino – Salone d’oro – via San Paolo 10, Milano

Serate Musicali

«2017/2018» una nuova Stagione!

«Ricordi,presenza, progetti, e…”ascolti musicali”»

intervengono:

Enrico GIRARDI

Luca CHIERICI

Luca CIAMMARUGHI

Hans FAZZARI

Filippo MICHELANGELI

Concerto del pianista: Enrico POMPILI

 

è di rigore giacca e cravatta

R.S.V.P. entro Lunedì 31/10/2017
tel:  02 29408039
mail: ufficiostampa@seratemusicali.it