Questa serie di concerti mostra tutti gli eventi che Serate Musicali organizza in collaborazione con i propri partner e che si aggiungono alla normale programmazione della stagione in corso.

Mag
25
Mer
2022
Il gioco del caso @ Sala del Grechetto
Mag 25@5:30 pm

Incontro di parole e musica sul tema del gioco nelle sue implicazioni filosofiche, artistiche, sociali

Con
Ermino Maglione, filosofo
Francesca Pola, storica dell’arte

Interventi musicali
Alessandra Ziveri, arpa
Alessandro Creola, sassofono

Incontro a cura di
Centro europeo di ricerca
ICONE
Università Vita-Salute
San Raffaele

In collaborazione con
Serate Musicali

Scarica la locandina 

Mag
26
Gio
2022
M. BENUZZI @ Villa Mirabello
Mag 26@9:00 pm
M. BENUZZI @ Villa Mirabello

Clavicembalista Michele BENUZZI

Programma
ANTOINE FORQUERAY (1671-1745)

«Piece de viole composées par Mr.Forqueray le Pere mises in Pieces de clavecin par Mr.Forqueray le Fils».

Prelude in re minore de Forcroy (MS Forqueray)
Allemande: La Laborde (Noblement et avec sentiment)
La Forqueray (Vivement et d’aplomb)
La Cottin (Galamment sans lenteur)
La Bellmont (avec Gout et sans leteur)

La Marella (Vivement et Marqué)
Sarabande. La D’Aubonne
Le Carillon de Passy (Légérement sans vitesse)
La Latour (d’un mouvement un peu plus vif que la précédente piéce)
On reprendra tout de suite le Carillon de Passy pour finir, dont on ne jouera les Couplets qu’une fois.

La Leclaire (Tres vivement et detache)
La Buisson. Chaconne (Gratieusement)
La Montigni (Galamment sans lenteur)
La Sylva (tres tendrement)

MICHELE BENUZZI

Ha studiato clavicembalo con Ottavio Dantone, in seguito ha ottenuto il “Diploma di Concertista” al Royal College of Music di Londra. Ha studiato Musicologia presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale dell’Università di Pavia. Ha seguito corsi e master classes con Lars Ulrik Mortensen, Andreas Staier, Andrea Marcon, Jaques Ogg, Miklos Spanyi, Jan Whillelm Jansen, Christine Whiffen, Ketil Haugsand, Luigi Ferdinando Tagliavini, Bob Van Asperen.
Ė risultato vincitore per tre anni consecutivi delle borse di studio indette dall’Istituzione Fernando el Catolico di Zaragoza approfondendo il repertorio Iberico del XVIII sec. con J.L. Gonzalez Uriol. Nel 2003 ha ottenuto il terzo premio alla “Yamanashi International Harpsichord Competition” in Giappone. Apprezzato per l’espressività delle sue esecuzioni e per la bellezza del suono è invitato come solista in Europa, Asia, Australia e Nuova Zelanda, dove ha suonato per importanti enti musicali.
Ha promosso ed eseguito, insieme ad altri clavicembalisti, l’esecuzione integrale delle Sonate di Domenico Scarlatti in un programma ciclico di Concerti che si sono tenuti in Francia dal 1995 al 2002. Ha fondato il gruppo strumentale “Arcomelo” con il quale approfondisce il repertorio della musica barocca e le problematiche legate all’esecuzione su strumenti d’epoca.
Con Arcomelo ha registrato per “La Bottega Discantica di Milano” un Cd dedicato ai concerti per clavicembalo e orchestra di C.Ph.E.Bach e uno ai Concerti per clavicembalo e orchestra e le Sinfonie di W.F.Bach.
Con la flautista Mitsuko Ota ha inciso l’Integrale dei Concerti di Vivaldi per flauto dolce e flautino (nominato Cd del mese dalla rivista giapponese “The record geijutsu magarine”). Da solista ha registrato le Sonate di D.Scarlatti sul clavicembalo di Johann Adolf Hass del 1764 appartenente alla Collezione Russell di Edimburgo; per la casa discografica “London Independent Records” un Cd dedicato a G.F.Händel su uno strumento di Daniel Dulcken del 1730. Attualmente incide per la casa discografica Brilliant Classics che ha pubblicato un disco dedicato alle Fantasie e Sonate di J.W.Hässler su uno strumento di Robert Falkener del 1773, recensito come “Highest, highest recommendation” dalla rivista Americana Fanfare e premiato con le 5 stelle della critica della rivista Musica (luglio, agosto 2012).
Sempre per la casa discografica Brilliant Classics ha registrato l’integrale delle sei collezioni di musica da camera di J.A.Benda in un cofanetto di 6 Cd; l’integrale delle Sonate di J.Ch. Nichelmann, le Sonate di J.Gallès, e i primi quattro dell’integrale della musica per tastiera di J.W.Hässler eseguiti sul clavicembalo, fortepiano Silbermann, clavicordo e uno “square piano” originale di J.Broadwood datato 1798. La registrazione è stata premiata con le 5 stelle della critica della rivista Musica (marzo 2018). Di recente uscita l’integrale della musica clavicembalistica di J.L.Krebs in 6 Cd e nei programmi futuri la registrazione delle Sonate di J.E.Altemburg, delle Sonate di Ch.S.Binder e il “Certamen Musicum” di J.P.Kellner.

Giu
9
Gio
2022
L. PRIEBBENOW – M. CALVO @ Villa Mirabello
Giu 9@9:00 pm
L. PRIEBBENOW - M. CALVO @ Villa Mirabello

Violinista Linda PRIEBBENOW

Violoncellista Maria CALVO

Programma
JAMES OSWALD (1710-1769)
The Bonny Boat Man

JOHN PLAYFORD (1623-1686)
Division to a ground by Mr John Banister senior

JAMES OSWALD
Magie Lawder

JOHN PLAYFORD
Mr George Tollitt’s division upon a ground

NICOLA MATTEIS (1640-1713)
Preludio

JAMES OSWALD
Lovely Nancy

JOHN PLAYFORD
John come kiss

NICOLA MATTEIS
Preludio, Aria, Sarabanda, Aria tra la maniera Francese e la Spagnola

JAMES OSWALD
I love my love in secret
The gray ey’ed Morning

NICOLA MATTEIS
Diverse bizzarie sopra la Vecchia Sarabanda o pur Ciaccona

JOHN PLAYFORD
Division to a Ground Mr. Solomon Eckles
Greensleeves, to a Ground with Division
Division to a Ground Mr. Solomon Eckles

JAMES OSWALD
The Banks of Severn
She rose and let me in

JOHN PLAYFORD
A Division on a Ground by Mr. John Banister


LINDA PRIEBBENOW

Nata in Australia, ha studiato con con Barbara Jane Gilby e Geoffrey Lancaster. Si è perfezionata con Paul Wright, Julia Fredersdorff e Rachael Beesley. Ha completato gli studi in Italia con Stefano Montanari alla Scuola Civica di Musica di Milano e ha frequentato il biennio di violino barocco al Conservatorio di Novara. Ha frequentato masterclasses in Italia, Spagna, Canada e, per approfondire lo studio di viola d’amore, ha frequentato l’Internationales Seminar für Alte Musik a Zell, in Austria.
Ha collaborato con Enrico Onofri, Eliza Citterio, Elizabeth Wallfisch, Lorenzo Ghielmi, Suzanne Scholz, Luca Guglielmi, Alfredo Bernadini, François Fernandez, Antonio Frigé, Diego Fratelli e Jeanne Lamon. Ha partecipato a numerosi festival tra cui MiTo, Arco Early Music Weeks e Rovereto.
Suona con Equivoci Musicali, Cappella Sacra, Coin du Roi, Arco Antiqua, Orchestra Verdi Barocca, Ensemble Magnificat, Arcomelo Ensemble, Ensemble Pian & Forte, Orchestra Barocca della Scuola Civica e alter formazioni di musica antica. Con il liutista Andrea Antonel, ha formato l’Ensemble Consonanze Stravaganti.

MARIA CALVO

Nata a Milano dove si è formata presso la Civica Scuola di Musica, si è diplomata presso il Conservatorio B. Marcello di Venezia col massimo dei voti. Ha conseguito la laurea di II Livello in Violoncello Barocco presso il Conservatorio G. Cantelli di Novara col massimo dei voti e la lode.
Musicista eclettica, desiderosa di voler sperimentare repertori molteplici e linguaggi musicali contrastanti, fin dagli anni accademici porta avanti un’attività concertistica in Italia e all’estero in qualità di violoncellista barocca e moderna, in diverse combinazioni di attività solistiche, cameristiche e orchestrali, spaziando dal repertorio barocco a quello contemporaneo. Ha debuttato come musicista e attrice al Piccolo Teatro Studio Melato con la pièce in lingua inglese “The Merry Wives of William” (2016), per la regia di Laura Pasetti e con musiche di Roberto Andreoni .
In seguito a questa sperimentazione teatrale-musicale, ha formato il trio da camera “The Merry Wives” (flauto, violoncello e pianoforte). Collabora con Il Giardino Armonico e con altri ensemble di musica barocca. Dal 2012 al 2021 ha fatto parte dell’Accademia dell’Annunciata, con la quale ha realizzato negli ultimi anni diverse registrazioni discografiche insieme a Giuliano Carmignola, Mario Brunello, Andrea Mastroni. Ha partecipato alla registrazione di “La Creazione: Die Schopfung” di F.J.Haydn con Il Giardino Armonico (2019).
Dal 2012 svolge attività didattica, collaborando con varie scuole musicali di Milano tra cui la Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado”. Attualmente è docente di Violoncello presso IES Abroad.

Giu
23
Gio
2022
M. CARNELLI – A. COLLETTI @ Villa Mirabello
Giu 23@9:00 pm
M. CARNELLI - A. COLLETTI @ Villa Mirabello

Pianisti Maurizio CARNELLI e Angelo COLLETTI

Programma

«Il mondo incantato»

MAURICE RAVEL (1875-1937)
Ma mere l’oye (1908)
Pavane de la belle au bois dormant – Lent
Petit poucet – Très modéré
Laideronnette, impératrice des pagodes – Mouvement de marche
Les entretiens de la belle et de la bête – Mouvement de valse modéré
Le jardin féerique – Lent et grave

ALFREDO CASELLA (1883-1947)
Pupazzetti (1915)
Marcetta – Allegro molto vivace, quasi presto
Berceuse – Andantino dolcissimo
Serenata – Allegro dolcemente mosso
Notturnino – Lento amoroso
Polka – Allegro molto vivace e grottesco

CLAUDE DEBUSSY (1862-1918)
Petit Suite (1888-89)
En bateau – Andantino
Cortège – Moderato
Menuet – Moderato
Ballet – Allegro giusto

FRANCO ANTONIO MIRENZI (1959)
Incantesimo (2004)

MAURICE RAVEL (1875-1937)
Bolero (1928)
Tempo di bolero moderato assai


MAURIZIO CARNELLI

Musicista milanese, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio della sua città, diplomandosi in pianoforte e composizione e si è laureato a pieni voti in filosofia all’Università Statale di Milano. In veste di esecutore, ha tenuto nel corso degli anni oltre 1000 concerti in teatri europei e asiatici, tra i quali il Teatro alla Scala di Milano, e ha collaborato con direttori d’orchestra, cantanti (tra i quali Alfredo Kraus e Giuseppe Di Stefano), registi e attori ( tra i quali Giorgio Albertazzi e Fanny Ardent).
Ė stato per anni pianista classico in trasmissioni televisive di Rai 2. In veste di musicologo e divulgatore musicale, ha ideato e condotto al microfono oltre 350 trasmissioni per le tre reti radiofoniche RAI, ha pubblicato numerosi volumi per la casa editrice Ricordi- Hal Leonard, e tiene regolarmente lezioni e conferenze in centri culturali e atenei.
Nel 2019- 2020 ha insegnato storia e pratica dell’opera italiana alla Korean National University of Arts di Seul.

ANGELO COLLETTI

Nato a Milano, dopo la maturità classica si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio A. Pedrollo di Vicenza. Ha una attività concertistica svolta prevalentemente nell’ambito della musica da camera in duo (violino, pianoforte), trio (violino, violoncello, pianoforte) e quartetto.
Ha suonato per vari Enti e Associazioni Musicali in Italia e all’estero. Con il Trio Milontan ha inciso un CD autoprodotto “Astor Piazzolla-Josè Bragato Tanghi” curando alcuni arrangiamenti. Ha partecipato come pianista allo spettacolo teatrale itinerante “Orfeo, canta!” di Franco Brambilla, Museo del ‘900, Milano e Cimitero Monumentale, Milano.
Ha collaborato con la compagnia di danza “Sanpapiè” di Milano, all’allestimento di “Histoire du soldat” di I. Stravinskij per l’inaugurazione di Stresa Festival 2017.

Lug
7
Gio
2022
L. PRIEBBENOW – M. BENUZZI @ Villa Mirabello
Lug 7@9:00 pm
L. PRIEBBENOW - M. BENUZZI @ Villa Mirabello

Violinista Linda PRIEBBENOW

Tangentenflügel Michele BENUZZI

«CONCERTO PER L’INAUGURAZIONE DEL TANGENTENFLÜGEL XVIII SEC.¹»

Programma

CARL PHILIPP EMANUEL BACH (1714-1788)
Fantasia in do maggiore Wq 61/2
La Stahl in re minore Wq 117/25
La Buchholtz in re minore Wq 117/24
La Gabriel in do maggiore Wq 117/35
Fantasia in do minore Wq 63/6

JOSEPH SCHUSTER (1748-1812)
Divertimento da Camera VI in sol maggiore
Allegro con spirito
Andante grazioso
Angloise

CARL PHILIPP EMANUEL BACH
Sonata in si minore Wq 55/3
Allegretto
Andante
Cantabile

JOSEPH SCHUSTER
Divertimento da Camera III in sol minore
Adagio
Allegro
Adagio
Allegro

¹ Il Tangentenflügel è uno dei numerosi strumenti a tastiera inventati alla fine del XVIII sec. ed è stato quello più apprezzato tra i compositori e gli esecutori. Pare che lo stesso Mozart lo preferisse agli altri strumenti a tastiera. La meccanica prevede che il tasto “lanci” una tangente – un’asticella di legno ricoperta con un sottile strato di pelle non imperniata al tasto – che colpisce la corda producendo il suono.
Il Tangentenflügel presentato questa sera è uno strumento anonimo di fine ‘700 o primissimi anni dell’800 ed è stato minuziosamente restaurato e portato al suo stato originale dallo Studio di Restauro Damiani e Bezza di Piacenza.


LINDA PRIEBBENOW

Nata in Australia, ha studiato con con Barbara Jane Gilby e Geoffrey Lancaster. Si è perfezionata con Paul Wright, Julia Fredersdorff e Rachael Beesley. Ha completato gli studi in Italia con Stefano Montanari alla Scuola Civica di Musica di Milano e ha frequentato il biennio di violino barocco al Conservatorio di Novara. Ha frequentato masterclasses in Italia, Spagna, Canada e, per approfondire lo studio di viola d’amore, ha frequentato l’Internationales Seminar für Alte Musik a Zell, in Austria.
Ha collaborato con Enrico Onofri, Eliza Citterio, Elizabeth Wallfisch, Lorenzo Ghielmi, Suzanne Scholz, Luca Guglielmi, Alfredo Bernadini, François Fernandez, Antonio Frigé, Diego Fratelli e Jeanne Lamon. Ha partecipato a numerosi festival tra cui MiTo, Arco Early Music Weeks e Rovereto.
Suona con Equivoci Musicali, Cappella Sacra, Coin du Roi, Arco Antiqua, Orchestra Verdi Barocca, Ensemble Magnificat, Arcomelo Ensemble, Ensemble Pian & Forte, Orchestra Barocca della Scuola Civica e alter formazioni di musica antica. Con il liutista Andrea Antonel, ha formato l’Ensemble Consonanze Stravaganti.

MICHELE BENUZZI

Ha studiato clavicembalo con Ottavio Dantone, in seguito ha ottenuto il “Diploma di Concertista” al Royal College of Music di Londra. Ha studiato Musicologia presso la Scuola di Paleografia e Filologia Musicale dell’Università di Pavia. Ha seguito corsi e master classes con Lars Ulrik Mortensen, Andreas Staier, Andrea Marcon, Jaques Ogg, Miklos Spanyi, Jan Whillelm Jansen, Christine Whiffen, Ketil Haugsand, Luigi Ferdinando Tagliavini, Bob Van Asperen.
Ė risultato vincitore per tre anni consecutivi delle borse di studio indette dall’Istituzione Fernando el Catolico di Zaragoza approfondendo il repertorio Iberico del XVIII sec. con J.L. Gonzalez Uriol. Nel 2003 ha ottenuto il terzo premio alla “Yamanashi International Harpsichord Competition” in Giappone. Apprezzato per l’espressività delle sue esecuzioni e per la bellezza del suono è invitato come solista in Europa, Asia, Australia e Nuova Zelanda, dove ha suonato per importanti enti musicali.
Ha promosso ed eseguito, insieme ad altri clavicembalisti, l’esecuzione integrale delle Sonate di Domenico Scarlatti in un programma ciclico di Concerti che si sono tenuti in Francia dal 1995 al 2002. Ha fondato il gruppo strumentale “Arcomelo” con il quale approfondisce il repertorio della musica barocca e le problematiche legate all’esecuzione su strumenti d’epoca.
Con Arcomelo ha registrato per “La Bottega Discantica di Milano” un Cd dedicato ai concerti per clavicembalo e orchestra di C.Ph.E.Bach e uno ai Concerti per clavicembalo e orchestra e le Sinfonie di W.F.Bach.
Con la flautista Mitsuko Ota ha inciso l’Integrale dei Concerti di Vivaldi per flauto dolce e flautino (nominato Cd del mese dalla rivista giapponese “The record geijutsu magarine”). Da solista ha registrato le Sonate di D.Scarlatti sul clavicembalo di Johann Adolf Hass del 1764 appartenente alla Collezione Russell di Edimburgo; per la casa discografica “London Independent Records” un Cd dedicato a G.F.Händel su uno strumento di Daniel Dulcken del 1730. Attualmente incide per la casa discografica Brilliant Classics che ha pubblicato un disco dedicato alle Fantasie e Sonate di J.W.Hässler su uno strumento di Robert Falkener del 1773, recensito come “Highest, highest recommendation” dalla rivista Americana Fanfare e premiato con le 5 stelle della critica della rivista Musica (luglio, agosto 2012).
Sempre per la casa discografica Brilliant Classics ha registrato l’integrale delle sei collezioni di musica da camera di J.A.Benda in un cofanetto di 6 Cd; l’integrale delle Sonate di J.Ch. Nichelmann, le Sonate di J.Gallès, e i primi quattro dell’integrale della musica per tastiera di J.W.Hässler eseguiti sul clavicembalo, fortepiano Silbermann, clavicordo e uno “square piano” originale di J.Broadwood datato 1798. La registrazione è stata premiata con le 5 stelle della critica della rivista Musica (marzo 2018). Di recente uscita l’integrale della musica clavicembalistica di J.L.Krebs in 6 Cd e nei programmi futuri la registrazione delle Sonate di J.E.Altemburg, delle Sonate di Ch.S.Binder e il “Certamen Musicum” di J.P.Kellner.

Condividi