I colori dell’anima, dell’aria e della luce (II)

Quando:
23 Ottobre 2019@6:00 pm
2019-10-23T18:00:00+02:00
2019-10-23T18:15:00+02:00
Dove:
Sala da ballo della Galleria d’Arte Moderna
Via Palestro 16
Milano

Chitarra: LEONARDO DE MARCHI
Soprano: MARIA ELEONORA CAMINADA

CONVERSAZIONE DI MIRELLA GOBBI

La ricerca del valore evocativo della luce: vibrazioni luministiche,
suggestioni simboliche ed echi musicali nelle opere del Poema Invernale di
Vittore Grubicy De Dragon, presenti nella GAM di Milano.

*******
Mirella Gobbi è docente di lingua e letteratura francese presso il liceo statale “Galileo Galilei” di Voghera e perito sulla pittura lombarda dell’Ottocento presso il Collegio Lombardo Periti Esperti Consulenti di Milano.

________________________________________

Programma:

G. FAURÉ / L. DE MARCHI
Au bord de l’eau
Ici-bas!
M. DE FALLA / M. LLOBET
Da “Siete Canciones Populares Españolas”: «Asturiana»
L. BERKELEY
Da “Songs of the Half-Light”: «Full Moon»
J. W. DUARTE
“Five Quiet Songs”: «Dirge in woods»; «Silence»; «An epitaph»; «Omar’s lament»; «The birds»
M. CASTELNUOVO-TEDESCO
Da “The Divan of Moses-Ibn-Ezra”: «The garden dons a coat of many hues…»

Scarica il libretto di sala

________________________________________

MARIA ELEONORA CAMINADA intraprende lo studio del pianoforte all’Istituto Musicale Gaffurio di Lodi e del canto nel Piccolo Coro di Melegnano. Dal 2004 al 2011 collabora, anche come solista, con il Coro Voci Bianche del Conservatorio Verdi di Milano e del Teatro alla Scala. Durante l’anno del conseguimento della maturità scientifica inizia gli studi di canto lirico presso il Conservatorio Cantelli di Novara conseguendo il diploma triennale e dove attualmente frequenta il biennio specialistico. É stata “Serpina” ne La serva padrona, “Amore” in Orfeo ed Euridice e “Bystroušky” ne La piccola volpe astuta. Partecipa a rassegne cameristiche internazionali e ad allestimenti sacri: Messa da Requiem di Mozart, Messiah di Händel, La Passione secondo Giovanni di Bach. Nel 2016 collabora alla realizzazione del calendario dell’avvento musicale in Piazza Duomo Milano e partecipa, con interventi solistici, alla realizzazione di Porgy and Bess all’Auditorium Verdi di Milano, diretta da John Axelrod. Sempre presso l’Auditorium Verdi partecipa anche allo spettacolo “Il libro della giungla” per la rassegna Crescendo in Musica. Finalista del Concorso Giacomotti e vincitrice della sezione Gitanilla del Concorso Coop Music Award, non è estranea al musical ricoprendo il ruolo di “Lisel” in Tutti insieme appassionatamente, “Madre Teresa” in Madre Teresa, la “Monaca di Monza” ne I promessi sposi, “Asenat” ne Il sogno di Giuseppe. Maria Eleonora Caminada è prossima alla laurea in architettura.

________________________________________

LEONARDO DE MARCHI: La sua attività artistica e di ricerca comprende da un lato, il repertorio tradizionale per chitarra, con particolare attenzione per il primo Ottocento; dall’altro, la diffusione della musica contemporanea e l’espansione della letteratura per e con chitarra. Attualmente si sta dedicando alla riscoperta della chitarra a dieci corde, proponendo il repertorio di ricerca che, nella seconda metà del secolo scorso, ne aveva fatto apprezzare le inedite possibilità sonore e spingendo i compositori di oggi ad arricchirne la letteratura. Ha studiato nei Conservatori di Venezia (con G. Pepicelli e F. Baldissera), Novara (con G. Fichtner) e Pavia (con M. Preda) diplomandosi con lode rispettivamente nel 2010, nel 2014 e nel 2018; si è perfezionato con A. Dieci e B. Giuffredi presso l’Accademia “G. Regondi” di Milano. Nella sua formazione sono stati importanti gli incontri con C. Maccari e P. Pugliese e con il pianista A. Commellato per la musica dell’Ottocento, con O. Ghiglia, C. Marchione, P. Marquez, E. Casoli e A. Tallini per il repertorio del Novecento e per la musica contemporanea e con S. Massaron per lo studio della chitarra elettrica. Ha ottenuto il primo premio nei concorsi di Mondovì, Musile di Piave, Piombino, Treviso; è stato inoltre unico finalista italiano nell’edizione 2010 del concorso chitarristico internazionale di Camogli. Collabora con Sauro Berti, Matteo Evangelisti, Alessandro Fagiuoli, Aleksander Gabrys, Fabrizio Paoletti, Fabio Ravasi, Corrado Rojac. Ha registrato numerosi CD, prevalentemente come camerista (Aurelio Samorì – Contrasti sonori, l’album Bach & Haydn for two guitars in duo con Florindo Baldissera e il recente Enantiosemie – Contemporary Masterpieces for clarinet and guitar in duo con Sauro Berti). È attivo come divulgatore e musicologo: tiene seminari sulla letteratura contemporanea per chitarra per importanti istituzioni ed è autore di booklet discografici e cicli di guide all’ascolto. Ha scritto per “Il Fronimo” l’unico studio in letteratura su Y después di Bruno Maderna ed è autore del libro Nuovi orizzonti per la chitarra a dieci corde. Ha firmato la revisione di numerosi lavori per e con chitarra, tra cui Ventiquattro Preludi e Ricercari di Alfredo Franco e Dedica 2015 di Giacomo Manzoni.

Condividi