P. Camponovo – J. Engelhardt

Quando:
25 Novembre 2021@6:00 pm
2021-11-25T18:00:00+01:00
2021-11-25T18:15:00+01:00
Dove:
GAM - Galleria d'Arte Moderna
Via Palestro
16
20121 Milano MI
Costo:
Gratuito

Paola Camponovo, soprano

Jelena Engelhardt, arpa

«I Divisionisti e la Musica: Armonia di bellezze diverse»
Conversazione di PAOLO BOLPAGNI

Programma

G. Puccini
O mio babbino caro (da «Gianni Schicchi»)

G. Fauré
Après un rêve (aria da camera)

C. Debussy
Nuit d’étoiles (aria da camera)

Tosti
Non t’amo più (aria da camera)

G. Puccini
Vissi d’arte (da «Tosca»)
Canzone di Doretta (da «La Rondine»)

A. Catalani
Vieni deh vien la notte è placida (aria da camera)

R. Leoncavallo
Ave Maria (aria da camera)

Scarica il libretto di sala

PAOLO BOLPAGNI
Storico delle arti, organizzatore culturale e curatore. Dopo aver diretto il museo Collezione Paolo VI – arte contemporanea, dal 2016 è direttore della Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca. È inoltre direttore tecnico-scientifico della Fondazione Biscozzi |Rimbaud di Lecce. I suoi principali campi di ricerca scientifica sono i rapporti tra musica e arti visive nel XIX e XX secolo; la storia della critica e la museologia; l’arte italiana ed europea tra fine Ottocento e inizio Novecento (compresi gli aspetti della grafica e dell’illustrazione); l’astrattismo internazionale, fino agli esiti cinetici e programmati; l’arte italiana e francese degli anni Cinquanta-Sessanta, anche nelle sue relazioni con il design; le “partiture visive” e le ricerche verbo-visuali delle neo-avanguardie; i rapporti fra l’arte e la dimensione del sacro nel Novecento. Ha curato molte mostre in Italia e all’estero. Fra le più recenti Vedere la musica. L’arte dal Simbolismo alle avanguardie, a Rovigo a Palazzo Roverella. Ha vinto nel 2013 il Premio Sulmona per la storia dell’arte. È accademico d’onore dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze e dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, le due più antiche del mondo.

PAOLA CAMPONOVO
È diplomata in Canto lirico al Conservatorio di Milano e in musica vocale da camera, con lode e menzione d’onore, al Conservatorio di Firenze. Oltre agli studi musicali, all’Università degli Studi di Milano ha conseguito le lauree magistrali in Storia e Critica dell’Arte e Musicologia e, successivamente, il dottorato di ricerca in Scienze del patrimonio letterario, artistico e ambientale. Vincitrice di primi premi e borse di studio in numerosi concorsi internazionali, svolge attività concertistica in ambito cameristico, in Italia e all’Estero. Nel 2015 ha fondato con il pianista Alfredo Blessano il Vansìsiem Lied Duo, una delle principali realtà emergenti in Italia nell’ambito della musica vocale da camera. Si è formata presso la Deutsche Liedakademie della Hochschule für Musik di Trossingen (2017) e l’Académie «F. Poulenc» di Tours (2018-2019), perfezionandosi con Helmut Deutsch, François Le Roux, Julius Drake, Jeff Cohen. Si è esibita, come solista o in formazione cameristica in tutta Italia. Nel febbraio 2020 ha pubblicato, con Alfredo Blessano, il cd Italiano a Parigi – Parisiens en Italie per la casa discografica BAM – Beyond Any Music; nel novembre 2021 è uscito (Brilliant Classics) il cofanetto ‘Malipiero: Complete Songs for Soprano and Piano’, con Alfredo Blessano al pianoforte.

JELENA ENGELHARDT
È nata in Germania nel 1991. Si avvicina alla musica a sei anni con lo studio del pianoforte; a undici inizia lo studio dell’arpa con A. Turrisi a Roma, in seguito con L. Bova a Bari. Si è laureata in Arpa con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Udine con P. Tassini. Partecipa a numerose competizioni in Italia e in Germania, tra le quali il Concorso Jugend Musiziert, vincendo il primo premio nel 2005 (solista) e nel 2006 e 2009 (musica da camera). Tra gli altri riconoscimenti: primo premio assoluto, in trio, al Concorso Arca ’85 di Roma; secondo premio al XIII Concorso Riviera della Versilia – Daniele Ridolfi; primo premio al Concorso sloveno Svirél con il suo ensemble di flauto e arpa L’Artésienne. É prima arpa dell’Orchestra Mannheimer Philharmoniker e suona in vari ensemble di musica da camera. Dal 2017 svolge inoltre attività come didatta presso numerose scuole di musica a Stoccarda, Norimberga e Mannheim dove ha concluso il suo percorso di studi post-master presso la Musikhochschule, con R. Mues. Ha partecipato a festival e a masterclass con De Maistre, Sitruk, Aichhorn. È spesso in giuria di concorsi per strumenti a corde in Austria e in Germania.

Condividi