Per la memoria e per la libertà

Quando:
8 Dicembre 2019@5:00 pm
2019-12-08T17:00:00+01:00
2019-12-08T17:15:00+01:00
Dove:
Spazio Teatro 89
via Fratelli Zoia 89 – 20153 Milano

Per il ciclo: “La Musica racconta:Testi, pretesti e contesti per nuove esperienze sonore”

Per la memoria e per la libertà: Tragedie e rinascite fra musica e storia

Un percorso insolito, non lineare, con al centro l’ispirato Vele ai navigli di Giorgio Colombo Taccani e Pier Luigi Berdondini, scritto per commemorare, a 75 anni di distanza, le vittime della violenza nazi-fascista a Villa Triste. Intorno a questa prima assoluta, graviteranno brani di provenienza diversissima accomunati dal saper suscitare riflessioni su persecuzioni e discriminazioni legate all’appartenenza etnica, o di classe, o di genere. A guidarci con la consueta, brillante oratoria in questo viaggio tra musica e storia, il public historian Giorgio Uberti.

Programma
Igor Stravinsky: Suite dall’Histoire du Soldat per violino, clarinetto e pianoforte
Giorgio Colombo Taccani: Vele ai navigli, per voce, clarinetto, violino e pianoforte. Testo di Pier Luigi Berdondini (prima esecuzione assoluta)
Franz Liszt: Rapsodia ungherese n. 12 (trascrizione per violino e pianoforte di Joseph Joachim)
Carlo Galante: Per Sofja Tolstoja, Piccola Sonata in forma di Diario (il secondo movimento in prima esecuzione)
Scelta di songs di George Gershwin
 
Akiko Kozato, voce
Piercarlo Sacco, violino
Selene Framarin, clarinetto
Luca Schieppati, pianoforte
con la partecipazione di Külli Tomingas, mezzosoprano
Introduzione a cura di Giorgio Uberti, public historian

Condividi