Violinista MASSIMO QUARTA

Quando:
6 Ottobre 2019@9:00 pm
2019-10-06T21:00:00+02:00
2019-10-06T21:15:00+02:00
Dove:
Palazzo Santa Chiara - Tropea

Programma

 

JOHANN SEBASTIAN BACH (1685 -1750)
Partita n. 1 in si minore BWV 1002
Allemande; Double; Courante; Double (Presto); Sarabande; Double; Tempo di Borea; Double
Partita n.2 in re minore BWV 1004
Allemanda; Corrente; Sarabanda; Giga; Ciaccona

 


MASSIMO QUARTA

Nato nel 1965 ha iniziato lo studio del violino a undici anni presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce, proseguendo poi i suoi studi con Beatrice Antonioni al Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Si è perfezionato con Salvatore Accardo, Ruggero Ricci, Pavel Vernikov e Abram Shtern. Vincitore del I° Premio al Concorso Nazionale di Violino “Città di Vittorio Veneto” e del I° Premio al Concorso di Violino “Opera Prima Philips” e del I° Primo Premio al Concorso Internazionale di Violino “N. Paganini” di Genova.
La sua intensa attività concertistica lo porta a suonare in tutto il mondo diretto da Temirkanov, Chung, Thielemann, Gatti, Harding, Yurowsky, Axelrod, Mena, Davies, Ceccato, Spivakov, Karabtvchevsky, Oren. É ospite dei festivals di Stresa, Napoli, Città di Castello, Kuhmo, Bodensee, Kfar Blum, Berliner Festwochen, Sarasota, Ravenna, Lione, Potsdam, Spoleto, Ljubjana e, invitato da Gidon Kremer, del Lockenhaus “Kammermusikfest”.

 

All’intensa attività solistica affianca, da oltre venticinque anni, quella di direttore d’orchestra con Royal Philharmonic Orchestra, Orchestra Filarmonica di Malaga, Berliner Symphoniker, Netherland Symphony Orchestra, Shenzhen Symphony Orchestra, Orchestra della Svizzera Italiana (OSI), Orchestra Sinfonica di Sønderborg (Danimarca), Orchestra Sinfonica Nazionale di Buenos Aires, Orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova, I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra di Padova e del Veneto, Filarmonica e la Sinfonica “A. Toscanini”, Orchestra Haydn di Bolzano. Ha debuttato al Musikverein di Vienna come solista e direttore con la Philharmonia Wien, al Concertgebouw di Amsterdam dirigendo la Netherland Symphony Orchestra e ha registrato sempre come direttore con la Royal Philharmonic Orchestra i Concerti di Mozart per due e tre pianoforti.
Ha ricoperto la carica di Solista e Direttore Principale dell’Orchestra dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese ed è stato Direttore Artistico Musicale dell’Orchestra della Fondazione I.C.O. “Tito Schipa” di Lecce.

 

É attualmente Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica de la UNAM (OFUNAM) di Città del Messico. A Quarta sono stati conferiti il Premio Internazionale “Foyer Des Artistes” e il “Premio Internazionale Gino Tani per le Arti dello Spettacolo”.
Ha inciso le “Quattro Stagioni” di A. Vivaldi con l’Orchestra da Camera di Mosca e i 24 Capricci di Paganini. Come solista e direttore ha inciso di Paganini l’Integrale dei 6 Concerti per violino e orchestra in versione autografa e di H. Vieuxtemps i Concerti n.4 e n.5 con l’Orchestra “Haydn” di Bolzano.

 

L’aspetto rivoluzionario dato alla rilettura del repertorio Paganiniano ha conquistato il pubblico e ha ottenuto ampi consensi dalla stampa internazionale (Premio CHOC di “Le Monde de la Musique”).
Tra i suoi prossimi progetti discografici ci sono la registrazione delle Romanze op.40 e op.50 di Beethoven per violino e orchestra e la registrazione audio video delle 6 Sonate e Partite per violino solo di Bach.
Massimo Quarta è Accademico di Santa Cecilia e insegna al Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano (Musikhochschule). Suona un violino G. A. Rocca del 1840.

 

Condividi