I Solisti di Mosca_Violista e Direttore YURI BASHMET

Giovedì 09 Marzo 2017 – ore 21.00 Sala Verdi del Conservatorio – Via Conservatorio, 12 – Milano

I SOLISTI DI MOSCA

I Solisti di Mosca hanno debuttato il 19 maggio 1992 nella Sala Grande del Conservatorio di Mosca e il 21 maggio 1992 alla Salle Pleyel di Parigi, quando Yuri Bashmet si è avvalso dei migliori diplomati del Conservatorio di Mosca. Da quel momento hanno eseguito più di 1700 concerti in oltre 50 Paesi dei 5 Continenti esibendosi in alcune tra le più prestigiose sale da concerto del mondo: Carnegie Hall di New York, Musikverein di Vienna, Concertgebouw Amsterdam; Suntory Hall Tokyo, Philharmonie Berlino e Colonia; la Royal Albert Hall e il Barbican Centre di Londra, Tivoli Copenaghen, Cité de la Musique di Parigi e l’Accademia di Santa Cecilia a Roma. Il loro repertorio è ricco e diversificato: comprende sia capolavori della musica classica sia opere di compositori contemporanei, nonché opere più antiche, eseguite raramente, pertanto i loro programmi sono contrassegnati da interessanti premiéres. Hanno lavorato con Sviatoslav Richter, Gidon Kremer, Mstislav Rostropovich, Sarah Chang, Maxim Vengerov, Vadim Repin, Shlomo Mintz, Barbara Hendricks, James Galway, Lynn Harrell, Mario Brunello, Steven Isserlis, Boris Berezovsky, Olga Borodina, Jessye Norman, Anna Netrebko, Thomas Quasthoff… Nel 1994 l’Ensemble ha effettuato la prima di molte registrazioni: un CD con Gidon Kremer e Mstislav Rostropovich; nel 1998 hanno inciso opere di Shostakovich e Brahms realizzando un disco nominato per un Grammy Award. Dopo aver ricevuto una nomination nel 1994, 1998 e nel 2007, l’Ensemble ha ottenuto il premio Grammy nel 2008 per la registrazione delle opere di Stravinsky e Prokofiev. Un’ulteriore nomination per questo premio è stata nel 2009 per la registrazione di musiche di compositori cinesi e giapponesi. L’Ensemble ha partecipato a importanti festival tra cui il Festival Rostropovich a Evian, Montreux, Verbier, Sydney, Bath, BBC Promenade alla Royal Albert Hall di Londra, Prestige de la Music alla Salle Pleyel di Parigi, Sony – Classical presso il Teatro Champs – Elysees, Semaines Musicales en Tours e December Nights Festival di Mosca. Nell’autunno del 2009 I Solisti di Mosca si sono esibiti in un grande tour della Russia, il primo nella storia del Paese, suonando esclusivamente strumenti Stradivari appartenenti alla collezione di Stato. Hanno partecipato a numerosi programmi televisivi in Russia e all’estero. I loro concerti sono stati trasmessi in molte occasioni dalle principali emittenti televisive mondiali, tra cui BBC, Radio Bavarese, Radio France e NHK. Nel 2017 I Solisti di Mosca celebrano il loro 25° anniversario con una tournées mondiale con oltre 80 concerti in tutto il mondo: New York, Toronto, Los Angeles, Tokyo, Pechino, Shanghai, Berlino, Roma, Milano, Varsavia, Helsinki, Londra, Ginevra, Washigton, Mosca, San Pietroburgo e Minsk.

Violini primi: Andrei Poskrobko, Mikhail Ashurov, Irina Shevliakova, Olga Kolgatina, Kirill Kravtsov
Violini secondi: Artem Dyrul, Andrei Baskin, Maxim Gurevich, German Beshulya, Artem Kotov
Viole: Vitaly Astakhov, Nina Matcharadze, Roman Balashov, Andrei Usov, Alexander Ilatovsky
Violoncelli: Alexei Naidenov, Alexei Tolstov, Alexander Lunegov
Contrabbasso: Maxim Khlopiev

YURI BASHMET: Nato nel 1953 a Rostov sul Don in Russia, ha studiato al Conservatorio di Mosca prima con Vadim Borisovsky – il violista del Quartetto Beethoven – e in seguito con Fedor Druzhinin. Nel 1976 ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale di Monaco; di qui prenderà l’avvio la sua carriera internazionale. Ha ispirato molti compositori che hanno scritto per lui nuove opere che sono andate a incrementare il repertorio per viola. Molto stretta e produttiva è stata la collaborazione con il compositore Alfred Schnitke il cui Concerto per Viola, scritto per Bashmet, è stato eseguito per la prima volta al Concertgebouw di Amsterdam nel 1986. Nel settembre del 1990 ha eseguito in prima mondiale il concerto per viola (scritto per lui) dal compositore georgiano Giya Kancheli al Festival di Berlino. Ha suonato con Mstislav Rostropovich e Gidon Kremer il “Triplo Concerto” scritto per loro da Alfred Schnittke. Parallelamente alla sua attività solistica, Bashmet dirige l’orchestra, da lui fondata nel 1992, i Solisti di Mosca che, attraverso tournées e dischi, ha raggiunto una grande notorietà internazionale. Bashmet ha suonato con Richter, Rostropovich, Stern, Kremer, Argerich, Kagan, Gutman, Tretiakov, Kubelik, Osawa, Gergiev, Rozhdestvensky, Davies, Gardiner, Menuhin, Dutoit, Merriner, Sacher, Tilson Thomas, Masur, Haitink, Nagano, Rattle, Temirkanov e Harnoncourt etc…. Grande attenzione ha suscitato il suo concerto “Musicians for Armenia” al Barbican di Londra (1988) e teletrasmesso in 16 Nazioni. Il repertorio è vastissimo. Molti compositori contemporanei gli hanno dedicato opere: Schnittke, Gubaidulina, Аlexander Ciaikovski, Barkauskas, Eshpai e Ruders, Golovin, Raskatov e Kancheli. Nel 1988 ha debuttato in Nord America. Successivamente ha suonato con Boston Symphony Orchestra, Chicago Symphony, Los Angeles Philharmonic, The Philharmonia, Bayerischer Rundfunk, Birmingham Symphony, Toronto Symphony Orchestra e al Festival di Edimburgo. Ha effettuato tournées in Austria, Germania, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Francia e Italia con i Solisti di Mosca. Bashmet ha inciso per diverse etichette non solo in duo con Muntjan o con i Solisti di Mosca, ma anche con altri eccezionali artisti (Rostropovich, Kremer, Kagan etc.). Dal 1986 al 2016 è stato docente presso l’Accademia Chigiana di Siena. Dal 1997 è direttore artistico del Festival Internazionale “Elba Isola Musicale d’Europa”. Il 25 ottobre 2000 è  stato insignito del titolo di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana. Dal 2003 Bashmet ricopre l’incarico di Direttore Principale e Artistico dell’Orchestra Sinfonica “Nuova Russia”. É direttore artistico al Winter Arts Festival a Soci, del Festival December Nights, di festival a Minsk, Yaroslavl e molti altri. È stato presentato per la prima volta in Italia da Serate Musicali nel 1983.

 

Condividi Continua…
>