Giu
22
Mar
2021
P. EHRENHEIM – L. SCARLINI @ Sala Puccini - Conservatorio Verdi, Milano
Giu 22@8:30 pm
P. EHRENHEIM - L. SCARLINI @ Sala Puccini - Conservatorio Verdi, Milano

Pianista PAOLO EHRENHEIM
Narratore LUCA SCARLINI

«I Suoni diventano Parole»

Julian Barnes “Il rumore del tempo” (ed. Einaudi, 2016)
Sarah Quigley “Sinfonia Leningrado” (ed. Neri Pozza, 2012)

Due romanzi recenti, “Il rumore del tempo” di Julian Barnes e “Sinfonia Leningrado” di Sarah Quigley, riferendosi alla complessa testimonianza autobiografica raccolta da Solomon Volkov, hanno messo al centro la vicenda amara e terribile di Dmitri Shostakovich, in perpetua altalena tra trionfo e disastro, avvinto nelle spire della Storia, che lo stritola come molti altri, colpevoli soltanto di cercare di trovare la possibilità di esprimersi.
La vicenda umana e artistica dell’autore de “Il naso” (prima opera di Shostakovich) torna spesso all’attenzione nei troppi casi in cui oggi viene impedita la libera espressione artistica in molti luoghi del mondo. Il suo itinerario risuona nelle pagine della sua musica, come di altri autori russi.

Programma musicale

PIOTR ILIC CIAIKOVSKI (1840-1893)
da “Le Stagioni” op.37b:

Maggio (Notti bianche)
Andantino

Giugno (Barcarola)
Andante cantabile

SERGEI PROKOFIEV (1891-1953)
Sonata n.3 in la minore op.28
Allegro molto sostenuto. Andante assai. Allegro con brio, ma non leggiero

DMITRI SHOSTAKOVICH (1906-1975)
Preludio e Fuga in re minore op.87 n.24

Andante – Moderato

Scarica il libretto di sala


LUCA SCARLINI

Scrittore, drammaturgo per teatri e musica, performance artist, storyteller. Insegna tecniche narrative presso la Scuola Holden di Torino e ha collaborato con numerose istituzioni teatrali italiane e europee, tra cui il National Theatre di Londra, la compagnia Lod a Ghent, il Festival Opera XXI ad Anversa, La Batie e il Theatre Amstramgram a Ginevra.
Scrive per la musica e per la danza: dal 2004 al 2008 è consulente artistico del Festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano. Nel 2006 è stato direttore artistico di TTv a Bologna, nel 2005 ha coordinato le attività della Capitale Mondiale del Libro a Torino presso lo spazio Atrium.
Ha all’attivo una vasta attività come storyteller in solo e a fianco di musicisti, danzatori e attori, in teatri, musei e luoghi storici, con racconti per musei e esposizioni, lavorando tra l’altro con Martin Bauer, Monica Benvenuti, Davide Botto, Sylvano Bussotti, Nora Chipaumire, Luisa Cortesi, Massimiliano Damerini, Francesca Della Monica, Francesco Dillon, Ane Lan, Alberto Mesirca, NicoNote, Elisabetta Pozzi, Scipione Sangiovanni, Peppe Servillo, Anna Toccafondi, Emanuele Torquati, Luca Veggetti, comparendo in festival in Italia (compare da molti anni nel programma di Festivaletteratura, Mantova).
Voce di Radio Tre, ha condotto il programma Museo Nazionale, ha curato mostre sulla relazione tra arte, musica, teatro e moda.
Tra i suoi libri recenti sono da segnalare Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), Sacre sfilate (Guanda), dedicato alla moda in Vaticano, Un paese in ginocchio (Guanda), La sindrome di Michael Jackson (Bompiani), Andy Warhol superstar (Johan and Levi), Siviero contro Hitler (Skira), Memorie di un’opera d’arte (Skira), Conosci Milano (Clichy), Ziggy Stardust (add), Bianco Tenebra (Sellerio), Teatri d’amore (Nottetempo), L’ultima regina di Firenze (Bompiani).
Collabora regolarmente con Serate Musicali – Milano.

PAOLO EHRENHEIM

Inizia e approfondisce lo studio del pianoforte con Lisa Vergani, si diploma con 100/100 al Liceo Scientifico M. Curie di Meda e attualmente frequenta il Conservatorio G. Verdi di Milano, nella classe di Luca Schieppati.
Ha partecipato a numerose masterclass tenute da V. Ashkenazy, M. Baglini, A. Lucchesini, C. Burato, L. Ciammarughi, L. Delle Donne, P. De Maria, M. Fedrigotti, P.F. Forlenza, R. Prosseda, A. Rebaudengo, F. Righini, R. Risaliti e I. Veneziano. Si è esibito come solista al Teatro Sociale di Busto Arsizio, al Teatro La Campanella di Bovisio Masciago, all’Aeroporto di Milano Malpensa per Fazioli Pianoforti, nella rassegna “I Concerti d’Autunno” di Sestri Levante, presso il MaMu (Magazzino Musica) di Milano in occasione di Piano City, allo Spazio ScopriCoop di Milano, presso l’Università Popolare di Milano e in numerose altre occasioni. Ha suonato in qualità di solista con l’Orchestra Ferruccio Busoni di Empoli e con l’Orchestra Alchimia di Varese.
A 20 anni è già vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra cui il Concorso J.S. Bach, il Concorso Internazionale di Stresa, il Concorso Giulio Rospigliosi, il Concorso Internazionale Città di Albenga, il Concorso Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano, il Concorso Esperia di Albese con Cassano, il Concorso Città di Piove di Sacco e il Concorso Internazionale Muzio Clementi di Lugano.
È ospite per la prima volta di Serate Musicali – Milano.

Set
15
Mer
2021
Scarlini – Macculi – Metolli @ Sala Puccini - Conservatorio Verdi, Milano
Set 15@8:45 pm
Scarlini - Macculi - Metolli @ Sala Puccini - Conservatorio Verdi, Milano

«I suoni diventano parole»

Narratore LUCA SCARLINI

Soprano SABINA MACCULI

Pianista KLEVA METOLLI

“Elias Canetti “Il gioco degli occhi – Storia di una vita (1931-1937)” (ed. Adelphi)

Programma

Gustav MAHLER
Da “Des Knaben Wunderhorn”:

  • «Das irdische Leben»
  • «Lob des hohen Verstandes»
  • «Der Tamboursg’sell»

Da “Rückert Lieder”:

  • «Ich bin der Welt abhanden gekommen»
  • «Liebst du um Schönheit»

Alma MAHLER
Da “Fünf Lieder”:

  • «Ich wandle unter Blumen»

Da “Fünf Gesänge”:

  • «Der Erkennende»
  • «Lobgesang»

Scarica il libretto di sala

«Nel tempo si è creato con Luca Scarlini un sodalizio professionale prezioso.
La Musica non ha mai rappresentato, nella sua narrazione, un accessorio estetico o ‘a commento’. S’innerva partendo dalla scelta dei brani illuminata dall’oggetto di cui Luca va a svelare reconditi aneddoti intrecciati a viaggi spazio-culturali, in cui si affacciano vite e volti. Così è accaduto per i brani di Gustav e Alma.
Espressione con Canetti e Berg di una epoca, la cui nostalgia muove alla Bellezza come un ricordo atavico custodito nel nostro inconscio».
Sabina Macculi


LUCA SCARLINI
Scrittore, drammaturgo per teatri e musica, performance artist, storyteller. Insegna tecniche narrative presso la Scuola Holden di Torino e ha collaborato con numerose istituzioni teatrali italiane e europee, tra cui il National Theatre di Londra, la compagnia Lod a Ghent, il Festival Opera XXI ad Anversa, La Batie e il Theatre Amstramgram a Ginevra. Scrive per la musica e per la danza: è stato consulente artistico del Festival MilanOltre al Teatro dell’Elfo di Milano. È stato direttore artistico di TTv a Bologna, ha coordinato le attività della Capitale Mondiale del Libro a Torino presso lo spazio Atrium. Ha all’attivo una vasta attività come storyteller in solo e a fianco di musicisti, danzatori e attori, in teatri, musei e luoghi storici, con racconti per musei e esposizioni, lavorando tra l’altro con Bauer, Benvenuti, Botto, Bussotti, Chipaumire, Cortesi, Damerini, Della Monica, Dillon, Lan, Mesirca, Pozzi, Sangiovanni, Servillo, Toccafondi, Torquati, Veggetti, comparendo in festival in Italia (compare da molti anni nel programma di Festivaletteratura, Mantova). Voce di Radio Tre, ha condotto il programma Museo Nazionale, ha curato mostre sulla relazione tra arte, musica, teatro e moda. Tra i suoi libri recenti sono da segnalare Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), Sacre sfilate (Guanda), dedicato alla moda in Vaticano, Un paese in ginocchio (Guanda), La sindrome di Michael Jackson (Bompiani), Andy Warhol superstar (Johan and Levi), Siviero contro Hitler (Skira), Memorie di un’opera d’arte (Skira), Conosci Milano (Clichy), Ziggy Stardust (add), Bianco Tenebra (Sellerio), Teatri d’amore (Nottetempo), L’ultima regina di Firenze (Bompiani). Collabora regolarmente con Serate Musicali – Milano.

SABINA MACCULI
Nata a Offenbach am Main da genitori salentini, soprano belcantista, è cantante versatile che spazia dall’opera, all’operetta, dalla Musica antica alla Musica contemporanea, affermandosi anche come raffinata Liederista. Diplomata in Canto lirico presso il Conservatorio “A. Casella” de L’Aquila, laureata in Musica vocale da camera presso il Conservatorio G. Verdi di Milano con il massimo dei voti, la lode e la menzione di merito, si è perfezionata in Musica antica, sacra e profana all’Accademia Chigiana con René Clemencic e Jordi Savall; in Musica da camera tedesca con Helmut Deutsch e Karl Peter Kammerlander e in Musica da camera francese con Dalton Baldwin. Insignita del premio “Beniamino Gigli” è vincitrice di numerosi concorsi tra cui il Concorso internazionale del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, dove ha debuttato come Amina ne La Sonnambula di Bellini. Molti sono i palcoscenici, in Italia e all’estero, che l’hanno applaudita. Ha inciso e registrato per Decca, Denon, Stradivarius, RCA, Arts, Melograno, Al Gransole, Splasc(H) records, ZYX records (USA), Radio Vaticana, RAI-ERI, RAI 3, RAI Radio1, RAI Radio3, RAI International, Piazza Verdi, Bayerische Rundfunk, IRCAM Centre Pompidou. Già docente di dizione per canto e testi in musica in lingua tedesca presso il Conservatorio Verdi di Milano, è attualmente docente per la stessa materia al Conservatorio Cantelli di Novara.

KLEVA METOLLI
Nata a Elbasan (Albania), a sei anni ha iniziato gli studi di pianoforte con Violeta Kapxhiu e a diciassette ha conseguito la maturità artistica e il diploma di pianoforte a pieni voti. Ha proseguito gli studi all’Accademia di Belle Arti di Tirana con Mira Kruja e, trasferitasi in Italia, ha conseguito un secondo diploma nella classe di Leonardi presso il Conservatorio Verdi di Milano. Si è diplomata con lode in Musica vocale da camera nella classe di Daniela Uccello e si è perfezionata in repertorio Liederistico alla HochSchule di Monaco con Helmut Deutsch. Ha conseguito, con il massimo dei voti, il Biennio di Perfezione (Laurea di secondo livello) con Finazzi. Ha seguito le masterclass di Lonquich, Canino, Stix, Salvetti, Castellani, Badura-Skoda, Battaglia, Deutch, Cavazza, Neuhold, Steinhofel, Kammerlander. Ha partecipato a numerosi Concorsi nazionali e internazionali e Festival. Ha suonato con direttori quali: Kuhn, Rath, Ceccherini, Parisi, Rustioni, Ceccato; ha collaborato con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. É stata pianista ufficiale di molti Concorsi Internazionali di Canto Lirico in Italia e all’estero. Come solista e camerista ha suonato in Italia, Albania, Repubblica di San Marino, Svizzera, Germania, Francia e Giappone.

Ott
23
Sab
2021
Scarlini – Tomingas – Schieppati @ Sala Puccini - Conservatorio Verdi, Milano
Ott 23@6:30 pm

«I suoni diventano parole»

Narratore LUCA SCARLINI

Mezzosoprano KÜLLI TOMINGAS /

Pianista LUCA SCHIEPPATI

“Laura Pariani e Nicola Fantini “Arrivederci, signor Čajkovskij” (ed. Sellerio)

Lieder di P.I CIAKOWSKI