A. VASILE – E. POMPILI

A. VASILE – E. POMPILI

Quando:
23 Ottobre 2022@5:00 pm
2022-10-23T17:00:00+02:00
2022-10-23T17:15:00+02:00
Dove:
Teatro delle Vigne
Corso Cavour 66 26900 Lodi LO
Costo:
intero 18 ridotto over 65 e Soci Amici Musica – 12 ridotto under 25 – 5 ridotto studenti musica – 2
Contatto:

Violino ANCA VASILE

Pianoforte ENRICO POMPILI

Programma
NICCOLO’ PAGANINI (1782 – 1840) / ROBERT SCHUMANN (1810 – 1856)
Ventiquattro Capricci op.1

  1. Capriccio n.1: Andante in mi maggiore “L’arpeggio”
  2. Capriccio n.2: Moderato in si minore
  3. Capriccio n.3: Sostenuto, Presto in mi minore
  4. Capriccio n.4: Maestoso in do minore
  5. Capriccio n.5: Agitato in la minore
  6. Capriccio n.6: Lento in sol minore “Il trillo”
  7. Capriccio n.7: Posato la minore
  8. Capriccio n.8: Maestoso in mi bemolle maggiore
  9. Capriccio n.9: Allegretto in mi maggiore “La caccia”
  10. Capriccio n.10: Vivace in sol minore
  11. Capriccio n.11: Andante, Presto in do maggiore
  12. Capriccio n.12: Allegro in la bemolle maggiore
  13. Capriccio n.13: Allegro in si bemolle maggiore “La risata”
  14. Capriccio n.14: Moderato in mi bemolle maggiore
  15. Capriccio n.15: Posato in mi minore
  16. Capriccio n.16: Presto in sol minore
  17. Capriccio n.17: Sostenuto, Andante in mi bemolle maggiore
  18. Capriccio n.18: Corrente, Allegro in do maggiore
  19. Capriccio n.19: Lento, Allegro assai in mi bemolle maggiore
  20. Capriccio n.20: Allegretto in re maggiore
  21. Capriccio n. 21: Amoroso, Presto in la maggiore
  22. Capriccio n. 22: Marcato in fa maggiore
  23. Capriccio n. 23: Posato in mi bemolle maggiore
  24. Capriccio n. 24: Tema con 11 variazioni. Quasi presto in la minore

I ventiquattro Capricci per violino solo op.1 furono scritti intorno al 1800 da Paganini a Genova, di ritorno da un giro concertistico compiuto in Toscana. Vennero pubblicati come op.1 da Ricordi nel 1818 e propagandati ampiamente dai giornali, insieme a un gruppo di Sonate per violino e chitarra op.2 e op.3 e ai Sei Quartetti per archi e chitarra op.4 e op.5.
I Capricci furono dedicati “agli artisti”, cioè ai violinisti di classe superiore e non agli “amatori”, considerati dei semplici dilettanti. Ristampati più tardi da Pacini a Parigi, i Capricci richiamarono l’attenzione di musicisti come Schumann che ne curò per primo la trascrizione con accompagnamento di pianoforte (che ascolteremo questa sera) e Liszt, il quale li definì «di rara freschezza e leggerezza» simili a «tanti diamanti che l’incastonatura più ricca richiesta dal pianoforte potrebbe rafforzarli piuttosto che volatilizzarli».
In particolare il ventiquattresimo Capriccio diede lo spunto per scrivere una serie di brillanti variazioni a Brahms, Rachmaninov, Lutoslawski, Boris Blacher e altri compositori.


ANCA VASILE CAMARAN

Ė nata in Romania e ha iniziato lo studio del violino a 4 anni nella sua città natale con Mioara Prisada e Alexandru Piculeata, frequentando successivamente il Liceo Musicale “George Enescu” con Olivia Papa, Cornel Micut e Valeriu Rogacev e l’Università Nazionale di Musica a Bucarest con Octavian Ratiu. Nel 2006 inizia gli studi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, iscrivendosi al corso di Alto Perfezionamento di Violino, studiando con Domenico Nordio e diplomandosi nel 2009.
Vince 9 premi nazionali in Romania e 3 premi internazionali, l’ultimo dei quali vinto nella categoria solisti “Rovere d’Oro 2010”. Ha partecipato al “Queen Elisabeth ” a Bruxelles e il “Violin Masters” a Montecarlo; ha suonato come solista con le orchestre nazionali di Bucarest, Ramnicu Valcea, Galati, Pitesti e Brescia. Ha partecipato alle masterclass di Torcinsky, Lubovsky, Aseada, Franzetti, Nam Num, Gitlis, Gheorghiu, Bondarenko e Umberto Benedetti Michelangeli.
Ha svolto attività concertistica in Italia, Romania, Francia, Moldavia, Germania, Svezia, Svizzera, Danimarca, Giappone, Cina, Paesi Bassi, Belgio e Inghilterra. Collabora con Enrico Pompili, con il quale ha registrato due CD con le musiche di Alberto Bonera. Nel 2018 sono state pubblicate una selezione di trascrizioni operistiche di Antonio Bazzini e l’Integrale in 5 CD con il pianista Alessandro Trebeschi.
Per l’edizione Aldebaran ha curato la pubblicazione del primo volume (di quattro) delle trascrizioni di Bazzini. Nel 2019 sono state pubblicate le 8 Stagioni di Vivaldi e Piazzolla registrate insieme alla Bazzini Consort. Nel 2021 è uscito il disco con i 24 Capricci di Paganini, le 6 Sonate e Partite di J.S.Bach e le 6 Sonatas per violino solo op.27 di Ysaye.
Sta seguendo un dottorato di ricerca con il tema “La violinistica nelle opere per violino del compositore Max Reger”, in Interpretazione Musicale all’Università Nazionale di Musica di Bucarest (Romania) con Serban Dimitrie Soreanu.

ENRICO POMPILI

Ė nato a Bolzano nel 1968. Ha studiato pianoforte con Andrea Bambace al Conservatorio della sua città, diplomandosi col massimo dei voti, lode e menzione d’onore; ha proseguito gli studi presso l’Accademia di Imola con Franco Scala, Alexander Lonquich, Lazar Berman e presso la International Piano Foundation di Cadenabbia (Como) con altri insigni musicisti tra cui William Grant Naboré, Leon Fleischer, Fou Ts’Ong, Andreas Staier, Claude Franck.
Nel 1989 è stato vincitore assoluto del Concorso Opera Prima – Philips di Milano. Finalista nei concorsi internazionali di Dublino e Hamamatsu, ha vinto nel 1995 il Concorso Internazionale di Santander (Spagna), nel quale ha ottenuto anche il Premio speciale per la musica contemporanea. Da quel momento ha iniziato una intensa carriera concertistica, suonando in tutta Europa, Asia e America.
Ha inciso diversi CD dedicati specialmente ad autori del ‘900 e contemporanei, tra cui le Integrali pianistiche di Alberto Ginastera e Niccolò Castiglioni. Dal 1998 è regolarmente invitato a suonare per Serate Musicali. Insegna pianoforte presso il Conservatorio di Rovigo.