I Suoni diventano Parole 2022 – II

I Suoni diventano Parole 2022 – II

Quando:
22 Marzo 2022@6:00 pm
2022-03-22T18:00:00+01:00
2022-03-22T18:15:00+01:00
Dove:
Sala del Grechetto
Corso di Porta Vittoria
6
Contatto:
Biglietteria
tel. 02 29409724

LUCA SCARLINI

presenta e racconta

Tutte le mattine del mondo

di Pascal Quignard – Analogon, 2017.

Viola da gamba GIOVANNA SCARLATO

Arciliuto CARLO CRESCI

Programma

MARIN MARAIS (1656 – 1728)
Dal IV libro n.28: «Musette»

MONSIEUR DE SAINTE COLOMBE (1640 – 1700)
Gavote du tendre

MARIN MARAIS
Dal V libro n.63: «Prelude»
Dal III libro n.78/80: «Allemande»

MONSIEUR DE SAINTE COLOMBE
Gavote in re minore

MARIN MARAIS
Dal IV libro “Suite d’un goute etranger”: «Reveuse n.82»

MONSIEUR DE SAINTE COLOMBE
Gavote in re minore

FRANÇOIS COUPERIN (1668 -1733)
Dalla “Suite n.1 in mi minore”: «Prelude – Allemande – Gavotte»


GIOVANNA SCARLATO

Nata a Milano, si è laureata in Giurisprudenza all’università Bicocca e parallelamente ha coltivato studi musicali. Dopo il diploma in pianoforte ha approfondito i propri interessi sia verso il mondo musicale contemporaneo, diplomandosi in Nuove tecnologie del suono, sia verso la musica antica, diplomandosi in Clavicembalo con il massimo dei voti e lode, presso il Conservatorio di Milano, con Marina Mauriello. Dal 2011 ha studiato viola da gamba con Nanneke Schaap e nel 2021 ha conseguito a pieni voti la laurea triennale sempre presso il Conservatorio Verdi, dove attualmente frequenta il secondo anno del biennio accademico. Ha partecipato alle masterclass di Kuijken e Coin e ai Corsi Internazionali di Musica Antica a Magnano tenuti da Montanari, Hoffman, Gini e Taccardi.
Si è esibita come solista e in gruppi da camera in varie sedi e ha collaborato con ensemble quali: Il Salotto Barocco, Ensemble Andromeda, Cappella Viscontea, Coro Ghislieri, etc… Nel 2021 è stata selezionata per l’esecuzione del VI Concerto Brandeburghese di J.S. Bach e per la realizzazione di due concerti di musica sacra del ‘700 realizzati a Milano e a Pavia sotto la direzione di Prandi. È dedicataria del brano contemporaneo “Le ombre segrete” per viola da gamba sola della compositrice C. Ferrari. Ė tra i soci fondatori dell’associazione Omaggio al clavicembalo.

CARLO CRESCI

Ha intrapreso giovanissimo lo studio di liuto rinascimentale con Francesca Torelli al Conservatorio Verdi di Milano diplomandosi nel 2019 con il massimo dei voti. Ha partecipato a masterclass, workshop e concerti di Smith, Diaz Latorre, Contini, O’Dette, Lonardi, Achten, Dantone, Quarta e Sardelli.
Al Festival “Urbino Musica Antica” ha suonato come continuista nell’Oratorio di de’ Cavallieri Rappresentazione di Anima e di Corpo diretto da Alessandro Quarta; ha partecipato alla messa in scena di musiche barocche originali che Stravinskij rielaborò nel suo Pulcinella, progetto eseguito poi nel 2019 anche a Palazzo Marino. Nell’ambito del Monteverdi Festival ha accompagnato cantanti e strumentisti diretto da Ottavio Dantone.
Ha inoltre svolto attività di continuista sia nel progetto “I fiati di Corelli” diretto da Federico Maria Sardelli, in gemellaggio con il Conservatorio di Verona, sia alla messa in scena dell’Oratorio di Camilla de Rossi Sant’Alessio diretto da Torelli. Ha partecipato alla registrazione del Le Quattro Stagioni di Vivaldi come membro dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano. Ha debuttato come solista nel 2014 con un concerto presso l’Abbazia di Morimondo.
Nell’anno accademico 2019/2020 ha partecipato al progetto Erasmus+ presso il Conservatoire Royal de Bruxelles sotto la guida del liutista belga Nicolas Achten, partecipando a concerti e recital con il suo ensemble “Scherzi Musicali”.
Attualmente è iscritto al secondo anno del biennio accademico presso il Conservatorio di Milano, nella classe di Torelli.

Ingresso con prenotazione obbligatoria
Accesso con Green Pass rafforzato e mascherina FFP2 per i maggiori di 12 anni