Quartetto “MAGNA GRAECIA”

Quartetto “MAGNA GRAECIA”

Quando:
30 Luglio 2022@10:00 pm
2022-07-30T22:00:00+02:00
2022-07-30T22:15:00+02:00
Dove:
Palazzo Santa Chiara – Tropea
Costo:
Intero 10€ – Ridotto 5€

Manuel ARLIA

– violino I

Thomas DE FONTE

– violino II

Giuliana CAMMARIERE

– viola

Francesco VALENZISI

– violoncello

Emilio AVERSANO, Annachiara SERRA

– Pianoforte

Programma

J. HAYDN
Quartetto l’Allodola

A. DVORAK
Quintetto in la magg. op. 81

W. A. MOZART
Quartetto in sol minore

Quartetto “MAGNA GRAECIA”

Il Quartetto Magna Grecia è un gruppo cameristico di recente formazione che unisce quattro giovani talenti del Sud Italia.
Dopo aver studiato in contesti prestigiosi, sia in Italia che all’estero, il gruppo si è consolidato in virtù di una passione comune per la continua ricerca nella prassi esecutiva.
Attualmente esegue numerosi concerti in importanti sale da concerto, collaborando con diversi solisti di fama internazionale tra cui il M° Emilio Aversano, ideatore e promotore del gruppo cameristico.

Emilio AVERSANO

Ospite di importanti Festival ed Associazioni quali Serate Musicali di Milano, Amici della musica di Palermo, Teatro Politeama di Catanzaro con l’orchestra dei “Cameristi della Scala”, ha riportato in auge un genere esecutivo di antica tradizione, la “maratona pianistica”, eseguendo a memoria nella stessa serata quattro tra i più celebri concerti per pianoforte e orchestra nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano, nella Goldener Saal del Musikverein di Vienna con la Mav Symphony Orchestra di Budapest oltre che alla Gewandhaus di Lipsia, concerto che pubblicato in doppio cd live dal mensile Amadeus ha ricevuto particolare attenzione dalla critica specializzata (“La maratona di Aversano è Forte”, Q. Principe, Il Sole 24 ore).
Nel 2018 ha esordito al Teatro alla Scala di Milano, suonando il Quintetto di Dvòrak con il Quartetto della Scala, tornando sul palco scaligero nello scorso aprile con “I Solisti della Scala” ed eseguendo alcune Sonate di Scarlatti, del quale ha appena pubblicato un Cd monografico per Warner Classics il cui risultato è stato definito di “quieta grandezza” da Benzing in una recensione sul Corriere della Sera.
Conclusi gli studi classici si è laureato cum laude in lettere e filosofia.