D. RUGGIERI – A. MESIRCA

D. RUGGIERI – A. MESIRCA

Quando:
30 Luglio 2022@4:00 pm
2022-07-30T16:00:00+02:00
2022-07-30T16:15:00+02:00
Dove:
Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 – Milano

Nel bicentenario della nascita di Gian Giacomo Poldi Pezzoli

 Daniele RUGGIERI

Flauto

 Alberto MESIRCA

Chitarra

Programma

«MAURO GIULIANI, TRADUTTORE DEL BELLO»

Mauro GIULIANI (1781-1829)
Grand Duo Concertant op. 85

Giulio REGONDI (1822-1872):
Introduction et Caprice op. 23

Mauro GIULIANI
Dai Diverimenti Notturni op. 86
VI – Allegretto
XI – Larghetto
XII – Allegro
XIV – Allegro
XVI – Allegro
XVII – Grazioso con variazioni

Saverio MERCADANTE (1795-1870)
Variazioni su “Là ci darem la mano” per flauto solo

Mauro GIULIANI
Serenade op. 127


Daniele RUGGIERI ha compiuto gli studi musicali a Venezia, massimo dei voti con Guido Novello e poi a Ginevra, I° Prix de Virtuosité nella classe di Maxence Larrieu.
Nel 2019 ha vinto il premio Abbiati per il CD con l’integrale della musica solistica e cameristica per flauto di Claudio Ambrosini.
Svolge da tempo una intensa attività concertistica, partecipando ai maggiori festival europei; è uno dei membri fondatori dell’Ex Novo Ensemble di Venezia. Di rilievo il debutto in Giappone presso il Denki Bunka Kaikan di Nagoya accompagnato dalla Aichi Central Symphony Orchestra e la prima esecuzione assoluta dell’Adagio di Salvatore Sciarrino accompagnato dall’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia.
Ha inciso più di trenta Cd per ASV, Black Box, Brilliant Classics, Denon, Dynamic, Kairos, Naxos, Resonance, Stradivarius, Tactus, Ricordi e altre etichette e registrato concerti e produzioni per tutte le principali Radio europee: BBC, RAI, Radio France, Westdeutscher Rundfunk (WDR), e molte altre.
È insegnante di flauto presso il Conservatorio di Padova, e ha tenuto lectures, concerti e masterclasses per diverse prestigiose istituzioni accademiche fra cui Boston University, Rowan University, Haverford College (U.S.A), La Hochschule für Musik di Mainz (Germania) e il Conservatorio Superior de Murcia (Spagna).

Alberto MESIRCA
Nipote dello scrittore padovano Giuseppe Mesirca, vincitore del Campiello, si è diplomato al Biennio Esecutivo Specialistico presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto con 110, lode e menzione speciale d’onore, sotto la guida di Gianfranco Volpato.
Ha compiuto il Konzert-Examen presso la Musikakademie di Kassel, con Wolfgang Lendle, con menzione d’onore. Ha vinto la “Chitarra d’oro” durante il Convegno Internazionale di Alessandria “Pittaluga” (membro della WFIMC) nel 2007 per “Miglior disco dell’anno” (“Ikonostas”, M.A.P.), nel 2009 come “Giovane Promessa dell’anno” e nel 2013 per “Miglior disco dell’anno” (“British Guitar Music”, Paladino Music OG).
È stato nominato “Young Artist of the Year” presso il festival di Aalborg, in Danimarca, e “Rising Star” presso il festival Gitarre Wien, di Vienna.
I compositori Leo Brouwer, Dusan Bogdanovic, Angelo Gilardino, Mario Pagotto hanno scritto opere a lui dedicate e ha eseguito la prima incisione di opere di Giulio Regondi, Claudio Ambrosini, Ivan Fedele, Carlo Boccadoro, Frantz Casséus (in collaborazione con Marc Ribot).
Ha suonato con Vladimir Mendelssohn, Domenico Nordio, Martin Rummel, Daniel Rowland, e come solista nelle sale più prestigiose al mondo (Concertgebouw Amsterdam, Teatro La Fenice Venezia, Helsinki City Hall, Melbourne Brunswick Hall).
È stato nominato responsabile dell’archivio musicale della Biblioteca Nazionale di Istanbul.
Nel 2010, in occasione del cinquecentesimo anniversario di morte del Giorgione, ha pubblicato le Fantasie inedite di Francesco Canova da Milano contenute nel manoscritto liutistico del 1565 conservato presso l’archivio del Duomo. I componimenti sono stati scelti come installazione sonora stabile presso il Museo Giorgione.